Al termine del tradizionale tour di interviste con le televisioni, Luciano Spalletti arriva nella sala stampa di San Siro per commentare anche in conferenza la vittoria al fotofinish griffata Lautaro Martinez strappata dall'Inter contro il NapoliFcInterNews.it, presente con il proprio inviato, vi riporta le parole del tecnico di Certaldo: 

Una partita giocata con la volontà di vincerla.
"Sono d'accordo, entrambe le squadre hanno giocato bene. E' stata una bellissima partita, a viso aperto; noi nel primo tempo siamo stati bravi a pressarli alti senza permettere loro di venire nella nostra metà campo. Nel secondo tempo avevamo speso un po' e non abbiamo acchiappato quel vantaggio che ci eravamo ritagliati e siamo stati costretti ad abbassarci al limite dell'area per 10-15 minuti, pur mantenendo la convinzione di far male a ogni ripartenza. La squadra voleva vincere e lo ha fatto vedere sin da subito, sin dall'inizio con quella traversa di Icardi". 

Lautaro e Icardi insieme: i tempi sono maturi? 
"Dite bene quando dite che va provato, io ci metterei anche Keita in questa vostra indicazione. Perché quest'ultimo, quando riparte, è forte. C'è da vedere se si riesce a mantenere un ordine difensivo per respingere la qualità vera del Napoli, loro fanno viaggiare la palla a duemila chilometri orari. Noi abbiamo dovuto riempire la partita per 95 minuti". 

Napoli in difficoltà nelle uscite da dietro.
"Io preparo poco, da Ancelotti ho tutto da imparare. Lui prepara le gara meglio di me, chiaro che poi conta l'atteggiamento delle scalate in avanti. De Vrij e Skriniar sono fortissimi di testa, di là c'è Koulibaly che è un centrale forte che ti monta addosso. quindi il tentare di giocare diventa una possibilità in più". 

Nessuno ha messo in difficoltà Napoli e Juve come l'Inter: cosa ti convince di più?
"Mi piacciono le intenzioni della squadra, che è entrata con la determinazione di portare a casa i tre punti. Poi non riusciamo magari a gestirla e cambiarla come vogliamo, sotto l'aspetto caratteriale facciamo fatica quando prendiamo un vantaggio da portare a termine. C'è sempre qualcosa che va storto, come nel primo tempo quando potevamo portare a casa più di uno 0-0 striminzito". 

Partita rovinata dai 'buu' razzisti e dai cori contro Napoli: cosa ne pensa?
"Noi, in campo, stiamo a sbraitare sui comportamenti dei giocatori. Su quello che dice faccio fede a lei, e dico che non vanno fatti. Oggi c'erano 65mila persone per vedere uno spettacolo che ci piace, quindi dobbiamo cambiare mentalità per fare tornare il nostro calcio ai vertici europei".

VIDEO - LAUTARO MARTINEZ! IL "TORO" FA IMPAZZIRE TRAMONTANA

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 26 Dicembre 2018 alle 23:36 / articolo letto 24915 volte / Fonte: dall'inviato a San Siro
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari