Intervistato ai microfoni di Sky Sport al Campus di Humanitas University a margine della presentazione ufficiale del libro "Medico del calcio – il Manuale" scritto dal dottor Piero VolpiLuciano Spalletti si è così espresso sul responsabile medico dell'Inter: "Piero Volpi lo conoscono tutti, ha grandi qualità psicologiche che ormai contano nel calcio. Lui sa fare il suo lavoro, riesce ad intravvedere le difficoltà. E' un amico e uno che ti dà le possibilità di avere qualche giocatore a disposizione in più. Lui riesce ad essere molto dettagliato, fa il giro dei calciatori e poi insieme a me cerca di risolvere i problemi". 

Sul momento dell'Inter:
"Siamo in un momento positivo, la squadra gioca un buon calcio ed è cresciuta in maniera imponente dal punto di vista del carattere e della personalità. E queste sono componenti fondamentali. Ora ci sarà da vedere le situazioni che vengono fuori dalle partite delle Nazionali, ma complessivamente siamo soddisfatti perché eccetto Brozovic, che va valutato sul campo ma che ci sembra recuperabile, gli altri sono migliorati. E' stato fatto un lavoro splendido su Vrsaljko, il suo problema era delicato e abbiamo trovato la soluzione. Lo abbiamo aspettato perché era meglio non rischiarlo e ora ha fatto vedere di essere pronto".

Capitolo derby:
"Noi abbiamo una settimana così come il Milan. La prima partita è quella e dobbiamo pensare a quella, ci faremo trovare pronti, perché l’avversario è di quelli forti, che gioca un buon calcio e che ha messo dentro dei calciatori fortissimi. Ci sarà da opporre il meglio della nostra squadra".

Vuole dare i voti all'Inter in Champions?
"I voti meglio darli in fondo, è ancora tutto aperto perché ci sono ancora quattro partite da giocare.  Andare a tuffarsi in questa competizione era per noi una novità, il fatto che i giocatori abbiano reagito ad alcuni risultati all’interno delle partite significa di quanta voglia abbiano di non tornare indietro. Indietro ci siamo già stati e abbiamo visto cosa si prova, non vogliamo tornarci. Ora vogliamo rimanere in quella zona della classifica che ci può dare la qualificazione alla Champions. E poi dobbiamo andare a giocarci le partite per provare a vincere contro qualsiasi squadra, senza fare calcoli".

VIDEO - E' SUBITO LAUTARO: GOL AL 18' DI IRAQ-ARGENTINA 

VIDEO - È GIA' DERBY: INTER-MILAN NELL'1vs1!  

 

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 11 Ottobre 2018 alle 19:45 / articolo letto 26757 volte
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8