"Sono molto contento perché per me l'Inter è sempre stata una famiglia. Qui ho sempre cercato di dare tutto quello che potevo, non ci sono stati problemi nel trovare un accordo per proseguire questa storia insieme. Sono orgoglioso di quanto ho fatto in campo e anche di quanto ho trasmesso con i miei atteggiamenti in questi anni". Queste le parole di Andrea Ranocchia, intervistato da SkySport nella giornata di oggi, che sottolinea il suo amore per il club con cui ha da poco sottoscritto un nuovo accordo fino al 2021.

"In queste ultime stagioni sono cresciuto molto: anche se ho giocato di meno, mi sono sempre allenato bene, ho dato una mano al gruppo – dice il centrale nerazzurro –. Ci sono giorni in cui, quando non giochi, ti trovi in difficoltà a livello motivazionale; ora, però, sono arrivato in un momento della mia carriera e della mia vita in cui cerco di apprezzare ogni singolo momento in cui indosso questa maglia. E' la mia passione e la mia priorità, ho fatto anche un cambiamento mentale su come approcciare la giornata. Devo essere riconoscente e avere rispetto per le persone che fanno di tutto per arrivare all'Inter. Non so se sono un uomo spogliatoio, sono un professionista e cerco di dare tutto per l'Inter, sono fortunatissimo a giocare per questa maglia".

"L'Inter deve tornare a lottare per dei titoli, è troppi anni che se ne parla e io ne ho vissute tante. L'anno scorso, rispetto all'anno scorso, abbiamo fatto il primo step, quest'anno non abbiamo ancora concluso il percorso: mancano tre partite che contano per tutti. Dobbiamo fare sei punti o anche di più; sono mancate le vittorie ma le prestazioni ci sono state, sempre, in un anno comunque non facile per tante vicende. Non possiamo permetterci altri passi falsi, manca sempre meno tempo. Il gap con la Juve e il Napoli? Con le grandi difficilmente sbagliamo le partita, ci è mancata un po' di continuità con le altre di bassa classifica. Dobbiamo migliorare l'approccio e la gestione perché il distacco della Juve è enorme, lo dicono i punti. La base da cui partiamo è buona, ce la possiamo giocare con tutti, compresa la Juve. Non faccio promesse, speriamo di arrivare in Champions League".

VIDEO - FREDDEZZA ESPOSITO, CANNONATA E ALTRO GOL ALL'AUSTRIA

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 8 Maggio 2019 alle 17:07 / Fonte: Sky
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print