L'importanza del recupero di Borja Valero in vista dell'impegno di giovedì in Europa League è enorme. Con Brozovic squalificato e con Joao Mario e Gagliardini fuori lista Uefa, l'ex Fiorentina diventa una carta indispensabile per il centrocampo nerazzurro. Dopo aver saltato Lazio, Bologna e Parma a causa di un'infiammazione al ginocchio destro, il numero 20 sta accelerando i tempi per provare a essere a disposizione con il Rapid Vienna nell'andata dei sedicesimi di finale. Con lui in campo, Spalletti potrà respirare e gestire meglio forze e scelte; senza, invece, sarà piena emergenza.

L'INTER CON BORJA – Dovesse farcela, Borja Valero si andrebbe a piazzare verosimilmente al fianco di Vecino. Tutto lascia pensare alla riproposizione del 4-2-3-1, con il rinato Nainggolan nel ruolo di trequartista alle spalle della punta (più Lautaro che Icardi), più due esterni d'attacco come Perisic e Politano (favoriti su Candreva e sul rientrante Keita).

L'INTER SENZA BORJA – In caso di forfait, Spalletti sarebbe costretto con ogni probabilità ad abbassare Nainggolan nel ruolo di mediano davanti la difesa, optando per Politano trequartista centrale nel 4-2-3-1 oppure passare a un più lineare 4-4-2 con Icardi in tandem con Lautaro in attacco. In entrambi i casi, sarebbe un'Inter più che sperimentale e, certamente, con meno alternative in panchina.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - BENSON MANUEL, TALENTO DA VENDERE AL SERVIZIO DEL MOUSCRON

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 12 Febbraio 2019 alle 18:25 / articolo letto 20615 volte
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni