Giornata di summit ieri in sede nerazzurra, dove sono transitati i rappresentanti di Lautaro Martinez e Alessandro Bastoni. La volontà comune a tutte le parti è quella di sottoscrivere un rinnovo sia con il 23enne argentino che con il 21enne azzurro. Discorsi da impostare ora per poi arrivare a dama più in là, viste le attuali ristrettezze di cassa.

"Il primo a entrare in contatto con i dirigenti nerazzurri ieri è stato Tullio Tinti, agente di Alessandro Bastoni: da mesi il rinnovo del difensore viene gestito all’insegna della reciproca comprensione - riferisce la Gazzetta dello Sport -. E dalla parte del giocatore non c’è la necessità stringente di approfondire: il nuovo stipendio, almeno doppio rispetto a quello odierno, può attendere, ma è bene mantenere alte le antenne. Sul fronte Lautaro, la distanza fra domanda e offerta è bloccata ormai da mesi: se il club nerazzurro non vuole andare oltre 5 milioni l’anno, l’argentino non intende scendere sotto i 7,5. E sarebbe già uno sconto rispetto ai virtuali 10 promessi dal Barça quando c’era aria di matrimonio. Certo, quei 2,5 milioni di stipendio non sono adeguati allo status del Toro, senza scordare che la clausola è ormai un impiccio per tutti: per Marotta che vorrebbe cancellarla e per i due agenti del Toro che la considerano altina".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - KEVIN ZEFI, UN 15ENNE PRODIGIO NEL MIRINO DELL'INTER

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 21 gennaio 2021 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print