Armando Madonna, tecnico dell'Inter Primavera, ha commentato in zona mista il successo inflitto dai nerazzurri ai danni dei pari età del Barcellona. Di seguito le sue dichiarazioni: "E' stata una partita sofferta. I ragazzi sono partiti un po' timorosi, con il freno a mano. Loro sono bravi nel palleggio: volevamo chiuderci, ma non così tanto. Invece ci hanno costretto a palleggiare poco, soprattutto nel primo tempo: bisogna crescere sotto questo aspetto, perché potevamo farli correre di più. Nella ripresa è andata meglio: loro sono calati in termini di aggressività e noi siamo riusciti a gestire meglio la palla".

Quanto può aiutare il raggiungimento di questo traguardo?
"A questi ragazzi serve tutto. Queste partite servono: era la prima gara da dentro o fuori. Sentivamo un pochino questa sfida, ma dobbiamo abituarci".

Il poco possesso palla è dovuto a un pizzico di tensione?
"A livello tattico abbiamo cambiato: quando siamo andati a giocare col Barça in trasferta, abbiamo messo i quinti sui terzini e ce la siamo andata a giocare a viso aperto, con un baricentro alto. Quella di oggi è la sesta partita di fila che facciamo ogni tre giorni e questo mi ha condizionato a fare delle scelte: i quinti restavano bassi e facevo uscire gli interni di centrocampo. Nella fase di possesso, dovevamo fare sicuramente meglio per poi andare sulle punte; invece cercavamo subito la ripartenza, ma spesso sbagliavamo".

FcIN - Personalmente, ove mette questo traguardo nella sua carriera?
"Questo era il primo obiettivo stagionale. Ci siamo riusciti da primi, seppur rovinandoci la vita nelle altre partite, e ci tenevamo tantissimo perché siamo già agli ottavi. Ora bisogna continuare così: voglio passare il turno in Coppa Italia, ad esempio, perché è una competizione importante che dura anche poco. Per me è molto importante. In campionato dobbiamo trovare una continuità. Per quel che riguarda la mia carriera, ho fatto delle grandi salvezze e un playoff per andare in Serie A. Da allenatore di una squadra giovanile questo è l'obiettivo massimo che ho raggiunto".

Sezione: Giovanili / Data: Mar 10 Dicembre 2019 alle 18:27 / Fonte: dall'inviato Mattia Zangari
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print