Intervistato in esclusiva da Perform, Alvaro Pereira, esterno uruguagio di proprietà dell'Inter in prestito al San Paolo, torna sulla sua sfortunata parentesi nerazzurra, spiegando così il motivo del flop: "Sono un calciatore che ha bisogno di giocare con continuità per esprimersi al massimo, ho lasciato l'Italia proprio per trovare più spazio. Non sono abituato a giocare una partita o due e poi riposare. Sono comunque grato all'Inter, non ho rimpianti per il mio periodo italiano".

Il Palito, inoltre, ha anche evidenziato quali sono le differenze principali che intercorrono tra la Serie A e il Brasileirão : "Sono campionati molto diversi: in Italia si giocano meno partite di seguito rispetto a qui. Lì non sono abituati a giocare 4-5 partite di fila come avviene in Brasile. Si fa molta rotazione, molto turnover, anche troppo".

Sezione: Focus / Data: Gio 06 novembre 2014 alle 15:26 / Fonte: goal.com
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print