C'è grande attesa per il debutto stagione di Lautaro Martinez: l'attaccante argentino, squalificato contro il Genoa, ha recuperato dall'infortunio e scenderà in campo dal 1' al fianco di Edin Dzeko. Carlos Quinteros, suo ex allenatore al Liniers, ha parlato di lui ai microfoni di Olé.

"Lautaro è arrivato con il padre, che aveva giocato a Villa Mitre, quando aveva sei o sette anni. Quando è arrivato è stato trattato come tutti gli altri, il Liniers è un club prestigioso per il suo trattamento con i ragazzi - le sue parole -. È sempre stato un ragazzo molto maturo, aveva 12 anni e ne dimostrava 14. La testa ha superato la sua tecnica. Voleva essere un giocatore e si è sacrificato, si è allenato tutti i giorni, non c'erano giorni di riposo per lui. Aveva una capacità mentale che non ho visto in così tanti giocatori durante questi anni. La testa di Lautaro ha superato tutti i livelli".


"Quando è finita la Copa América , ha passato diversi giorni ad allenarsi qui ed erano tutti pazzi di lui - continua -. Ogni volta che viene a Bahía Blanca, ci viene a trovare, in questi anni ci ha dato molto per i lavori, ci ha inviato quattro scatole di palloni per i giocatori del club. Le radici non si dimenticano".
Sezione: Focus / Data: Ven 27 agosto 2021 alle 13:39
Autore: Raffaele Caruso
vedi letture
Print