"Nessuna retromarcia né riavvicinamento, piuttosto una sorta di tregua. Armata". Il Corriere della Sera mantiene la propria convinzione sulla diatriba Conte-Inter e offre la propria lettura della situazione: "Le posizioni tra l’Inter e Antonio Conte rimangono lontane - si legge -. Vanno interpretate nel modo giusto le parole del tecnico che, dopo il durissimo sfogo di Bergamo contro la società, ha puntualizzato: «Ho sposato un progetto triennale con l’Inter e come ho sempre fatto nella mia vita lavorerò duramente e mi batterò con tutte le mie forze e con tutto quello che è nelle mie possibilità affinché sia un progetto vincente». A una lettura superficiale può apparire un messaggio distensivo nei confronti della dirigenza, in realtà la frattura è scomposta e difficilmente sanabile".

"Conte non si muove dalle sue posizioni, è convinto occorra un cambiamento interno alla società, nel mirino ha soprattutto il direttore sportivo Beppe Ausilio, ma si sono irrigiditi pure i rapporti con l’ad Beppe Marotta - assicura il Corsera -. Il tecnico nel dialogo con Zhang farà valere le sue ragioni, spiegherà cosa è necessario per tornare a vincere, sul mercato e a livello di dirigenza". Per il quotidiano, la separazione consensuale resta l’ipotesi più probabile. E Marotta tiene in caldo Allegri.

VIDEO - INTER, MISSIONE EUROPA LEAGUE: LA SQUADRA PARTE PER LA GERMANIA

Sezione: Focus / Data: Mar 04 agosto 2020 alle 11:10 / Fonte: Corriere della Sera
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print