Il calciomercato è ufficialmente entrato nel vivo: in aprile, infatti, si pianificano le rose che andranno a costituire l’ossatura delle squadre della prossima stagione. In quest’ottica, i titoli di giornale amplificano le voci, senza stravolgere la sostanza delle cose. Fuor di metafora: c’è molto di vero in quello che si legge la mattina. Daniele Galloppa, centrocampista del Siena, stando ai rumours, rientrerebbe nella rosa di nomi che Mourinho avrebbe suggerito a Moratti. Cosa c’è di vero? L’abbiamo chiesto a Davide Torchia, agente del giocatore.

Torchia, qual è il peso di queste voci?

“Puntualizzo che il giocatore ha un contratto con il Siena fino al 2012 e che la scorsa estate la squadra toscana ha riscattato dalla Roma l’intero cartellino”.

Questo vuol dire che chi vuole Galloppa si deve rivolgere solo al Siena.

“Esatto: e vale anche il discorso contrario”.

E cioè?

“Che qualsiasi ipotesi di cessione deve comunque trovare l’assenso della società: non è sufficiente la volontà del compratore…”.

I quotidiani sportivi vedono Daniele già vestito di nerazzurro.

“È una cosa che è nata dalla carta stampata e che in questi ultimi due giorni sta avendo grande risalto: ma noi non abbiamo contatti con nessuno”.

Qual è la volontà del giocatore?

“Tutti vogliono migliorare: fare passi in avanti è nell’indole umana. Non ci sarebbe nulla di male nell’ambire ad una squadra con caratura tecnica superiore”.

Quanto costa il cartellino?

“Faccio una valutazione mia: 7/8 milioni di euro”.

È una cifra che potrebbe aumentare?

“Se il presidente chiedesse di più o il doppio, non avrei nulla da dire…”.

Ritornando all’Inter: si può dire che aspettate una telefonata?

“Si può dire, certo. E si può dire anche che siamo sul mercato”.

Già, il mercato: è entrato nel vivo?

“Sì, però il nero su bianco si avrà a giugno/luglio”.

 

Sezione: Esclusive / Data: Mer 1 Aprile 2009 alle 08:04
Autore: Giuseppe Granieri
Vedi letture
Print