Avanti tutta per Joaquin Correa. L'infortunio di Marcus Thuram ha sciolto molti dubbi nella dirigenza nerazzurra, che vedeva il francese in ballottaggio con el Tucu per il posto di nuovo attaccante. La situazione è in costante evoluzione, merito dell'agente Alessandro Lucci che sta lavorando per ridurre la distanza tra la richiesta della Lazio e l'offerta dell'Inter. La prima si assesta da tempo sui 35 milioni di euro, la seconda è ferma a 25 milioni. Forbice importante per trovare un'intesa in tempi brevi, eppure la volontà di Correa è vestirsi di nerazzurro entro martedì per essere, possibilmente, a disposizione per la trasferta di Verona venerdì sera.

L'argentino ha infatti solo l'Inter in testa, l'ipotesi Everton non lo attrae quanto la possibilità di raggiungere l'ex allenatore in biancoceleste Simone Inzaghi e neanche un recente sondaggio del Leicester lo stuzzica. Per l'Inter il nazionale albiceleste è disposto a guadagnare meno e ad avere un contratto di quattro anni anziché cinque. Con i Toffees andrebbe a percepire 4,5 milioni a stagione (più bonus), l'Inter invece gliene offre 3,5 da arrotondare con dei bonus. Quanto basta per preferire una permanenza in Italia, come lo stesso Igli Tare ha ammesso ieri intervistato da Sky.


Il vero problema perciò rimane l'accordo con la Lazio, dove ormai l'esperienza di Correa è agli sgoccioli. Ieri pur essendo convocato è rimasto in tribuna, segno che Maurizio Sarri non ci punta. Come raggiungere un'intesa dunque? Claudio Lotito potrebbe anche accettare di abbassare le pretese, scendendo a 30 milioni. L'Inter, dal canto suo, aggiungendo dei bonus dipendenti dal piazzamento finale o una percentuale sulla futura rivendita potrebbe avvicinare quella cifra (ricordando che l'Everton si è fermato a 28 milioni più bonus). L'ipotesi di un prestito oneroso con obbligo di riscatto avrebbe una sua logica, ma è più probabile il pagamento rateizzato di una cifra più bassa.

Tra stasera e domani sono previsti nuovi contatti tra Lucci e la dirigenza biancoceleste per sbloccare la situazione. L'agente è consapevole del fatto che la stessa Lazio ha bisogno di vendere el Tucu, per poter reinvestire il ricavato su Filip Kostic dell'Eintracht Francoforte, richiesta esplicita di Sarri. Quindi un accordo in tempi brevi converrebbe a tutti.
Sezione: Esclusive / Data: Dom 22 agosto 2021 alle 15:00
Autore: Redazione FcInterNews
vedi letture
Print