L'Inter torna a vincere con una prestazione convincente grazie al cinismo sottoporta dei suoi attaccanti, in una partita difficile contro un Cesena che è venuto al "Breda" di Sesto San Giovanni soprattutto per difendersi. I nerazzurri partono fortissimo e giocano quaranta minuti impeccabili, andando subito avanti 2-0. A fine primo tempo, alla prima sbavatura, il Cesena accorcia, ma ad inizio ripresa è Baldini a ristabilire la distanza di sicurezza, segnando il secondo gol del suo campionato. De La Fuente avrebbe la possibilità di chiudere la partita con un calcio di rigore, ma Carroli para. Gli ultimi minuti trascorrono senza pericoli per i nerazzurri. 
-------

Infine, le parole del tecnico di Angelini: "Abbiamo avuto un po' di paura, noi siamo abituati a giocare sul sintetico, ma soprattutto è stata una questione di testa. Abbiamo perso per degli errori individuali. Sapevamo che c'era da lavorare, quindi continueremo in questo modo. L'intensità dell'Inter è diversa dalle altre squadre, dobbiamo abituarci a questo tipo di partite". 

Ecco le considerazioni di Stefano Vecchi: "Abbiamo fatto bene fin dall'inizio. In questo campionato chi segna ha ottime possibilità di portare a casa i tre punti. Sono contento soprattutto del secondo tempo perché abbiamo gestito il risultato senza rischiare nulla. E' un segnale importante, di crescita. E' stato un crescendo di prestazioni, valutiamo non solo in base al risultato. Oggi siamo stati propositivi e concreti, a differenza delle altre partite. Dodò è stato molto professionale, ma ogni volta che scende qualcuno dalla prima squadra si integra subito e si sente a suo agio, come è successo con Miranda e Medel a Brunico". 

Subito le parole di Bonetto: "Siamo entrati in campo decisi, come a Cagliari. Siamo stati più concreti sottoporta, questo è stato decisivo. Sono contento per il gol, la partita è stata come piace a me, gioco duro e pressing. Noi dobbiamo ancora migliorare, però possiamo arrivare lontano". 

48' - Finisce la partita! L'Inter vince e va a otto punti in classifica, per la seconda vittoria della stagione. 

45' - Tre minuti di recupero. 

43' - Ultimi assalti del Cesena: cross in mezzo dei bianconeri, Pissardo blocca. 

42' - Palo di Mari Sanchez! L'Inter sfonda a destra e poi rimette in mezzo, dove l'attaccante prova la conclusione ma viene fermato dal palo. 

40' - Ultimi cinque minuti dell'incontro, l'Inter gestisce senza problemi il risultato. Esce Bonetto, entra Popa per barricare ancor di più l'area nerazzurra. 

37' - Ammonito Gyamfi per fallo tattico su Mandelli che rimane a terra. 

34' - Esce De La Fuente, entra Bakayoko: chiara l'indicazione di Vecchi, "Entra deciso e vai a fare gol". 

33' - Scontro tra Gravillon e Raffini, il difensore interista ha la peggio e rimane a terra per qualche secondo, prima di riprendere normalmente a correre. 

32' - Primo cambio per l'Inter: esce Rapiac, entra Sanchez. 

30' - Sfuma il 4-1, ma l'Inter continua ad attaccare. E' proprio De La Fuente ad intercettare un buon pallone e a metterlo in mezzo, ma Carroli riesce a sventare anche questo pericolo. 

26' - Carroli para! De La Fuente tira basso e abbastanza centrale, il portiere avversario si distende e respinge la sfera. Risultato invariato. 

25' - Calcio di rigore per l'Inter! Atterrato Bonetto in area di rigore. De La Fuente sul dischetto. 

23' - Altro fallo conquistato da Dodò, brutto intervento di Mandelli sanzionato dall'arbitro. 

20' - Cambio per il Cesena: esce Akammadou, entra Garattoni. I bianconeri tentano di smuovere la situazione. 

19' - GOOOL DELL'INTER! Errore in uscita del Cesena, Zonta si inserisce nello spazio e viene servito, per poi girare la sfera a Baldini che piazza sotto l'incrocio. 

16' - Fallo subito da Gyamfi, il flusso offensivo del Cesena viene fermato. 

13' - Ora si combatte su tutti i palloni, la gara è molto fisica. Vecchi e Angelini stanno pensando a qualche cambio. 

10' - Non è la stessa Inter del primo tempo. I nerazzurri non hanno lo stesso predominio territoriale e il Cesena ha gli spazi dove colpire. Gli attaccanti bianconeri si muovono molto e creano apprensione nella retroguardia interista. 

7' - Break di De La Fuente a centrocampo, scarico su Zonta e poi sul pallone di ritorno il fantasista nerazzurra prova il tiro al volo, bloccato senza problemi da Carroli. 

5' - Bella azione di Dodò che resiste allo sprint di Raffini, lo ferma e poi riparte in contropiede, servendo Baldini. La sortita offensiva tuttavia si conclude senza risvolti positivi. 

3' - Il Cesena adesso prova ad alzare il ritmo, ma l'Inter serra le linee tra il centrocampo e la difesa e resiste, compatta. 

1' - Si ricomincia in quel di Sesto San Giovanni. Dodò conquista subito un fallo. 

 

Ecco le parole di Dodò a fine primo tempo, ai microfoni di Sportitalia: "Il recupero procede bene, ho più ritmo grazie a queste partite, mi stanno dando una mano, così come quella con il Chiasso con la prima squadra. Nella ripresa giocherò, non ho problemi". 

Partita a senso unico al "Breda" di Sesto San Giovanni: Inter padrona del campo per quarantaquattro minuti, sublimati dai gol di Rapaic e Bonetto, risultato di scambi nello stretto e giocate intelligenti. Il Cesena è asserragliato nella propria metà campo per tutta la durata del primo tempo, ma intorno al quarantesimo l'Inter - dopo aver giocato un pressing altissimo per larghi tratti della gara - accusa un po' di stanchezza e inizia ad abbassarsi. Gli uomini di Angelini colpiscono quindi in contropiede, con il gol di Fabbri che riapre la partita. 

43' - GOL DEL CESENA! Riapre la partita Fabbri: l'Inter era in calo fisico, i romagnoli si sono spinti nell'area nerazzurra, dove Fabbri ha pescato un buon sinistro che ha trafitto Pissardo. 

42' - Adesso l'Inter boccheggia, dopo quaranta minuti ad altissima intensità.

40' - Ammonito Rapaic per simulazione in area di rigore. 

36' - La punizione di Severini finisce alta sopra la traversa. 

35' - Gravillon atterra Raffini al limite dell'area. Calcio di punizione interessante per il Cesena. 

31' - Prima azione offensiva del Cesena! Dodò accorcia male su Raffini che scambia con un compagno e si presenta davanti a Pissardo, ma il tiro viene neutralizzato dal sostituto di Radu! 

30' - Zonta pericoloso! L'azione nasce sempre dai piedi di De La Fuente che lancia verticalmente il 7 nerazzurro, il cui tiro ad incrociare viene respinto in calcio d'angolo da Carroli. 

26' - Il Cesena non è riuscito a costruire nemmeno una palla gol e l'atteggiamento degli uomini di Angelini non sembra cambiare. I nerazzurri si stanno limitando a gestire il pallone per poi attaccare la profondità. 

23' - GOOOL DELL'INTER! Dopo il calcio di punizione, l'azione si è sviluppata partendo dai piedi di De La Fuente che ha scaricato sulla destra. La sfera è tornata in mezzo, fra i piedi di Bonetto, che ha scaricato in rete con un potente destro. 

22' - Accelerazione di Baldini sulla sinistra, classico spunto dell'Undici nerazzurro. Gli avversari non possono far altro che atterrarlo. Calcio di punizione da posizione defilata. 

19' - Fallo sulla trequarti conquistato da Tchaoulè, i giocatori del Cesena iniziano ad accusare un po' di nervovismo. 

16' - Lancio di Dodò per Baldini in profondità, ma l'esterno nerazzurro è in fuorigioco. Ottima idea del brasiliano. 

15' - Altra sortita offensiva nell'area di Carroli, Gyamfi va a terra ma l'arbitro lascia proseguire. 

11' - Primi dieci minuti di dominio per i nerazzurri che fanno circolare il pallone senza problemi. Altro corner guadagnato da Baldini, ma non ne è uscito nulla di buono. 

8' - Nonostante il gol del vantaggio, l'Inter continua a tenere alto il pressing, con il Cesena che sembra alle corde. Buon atteggiamento della squadra di Vecchi. 

6' - GOL DELL'INTER! I nerazzurri pressano altissimo, recuperano palla sulla trequarti, poi Baldini è lesto a servire Rapaic al limite dell'area. L'attaccante si coordina e calcia a giro, trovando la prima rete dell'incontro. 

5' - Akammadou prova ad alleggerire la pressione suoi compagni con una percussione palla al piede che però viene intercettata da Della Giovanna. 

3' - Primo corner della gara per l'Inter, ma nulla di fatto sugli sviluppi. L'Inter sta schiacciando gli avversari nella propria metà campo, il Cesena non riesce a gestire il pallone. 

2' - Inter pericolosa: pressing forsennato della squadra nerazzurra, Carroli è in difficoltà, ma la difesa del Cesena si compatta e sventa l'offensiva. 

1' - Incomincia la partita al Breda. L'Inter parte subito offensiva, chiamando Carroli al primo intervento di giornata. 

-----

Ecco le parole di Stefano Vecchi, coach nerazzurro, ai microfoni di Sportitalia: "Mi aspetto una gara con grande agonismo, dobbiamo dimostrare gran voglia di fare. Spero possa essere la nostra seconda vittoria, nonostante i risultati altalenanti stiamo crescendo. Dobbiamo mettere in mostra queste nostre qualità. Abbiamo ancora qualche lacuna difensiva, mentre in attacco dobbiamo essere più cinici. Dodò sta meglio, cresce anche lui. La prima squadra vuole far sì che sia recuperato al 100%. Con il Verona ha fatto un tempo, oggi mi auguro possa fare qualcosa in più a livello di minutaggio. Mancano Radu e Delgado per infortuni, ma quest'anno i titolari non esistono. Il gruppo è equilibrato ed omogeneo, per cui chi andrà in campo dimostrerà di essere all'altezza. Il Cesena? Siamo abituati a giocare contro formazioni agguerrite, noi dobbiamo giocare con la stessa fame". 

TABELLINO 

INTER: 1 Pissardo; 2 Gyamfi, 5 Gravillon, 6 Della Giovanna, 3 Dodò; 7 Zonta, 4 Tchaoule, 8 Bonetto (40' st, Popa); 10 De La Fuente (34' st, Bakayoko), 9 Rapaic (32' st, Mari Sanchez), 11 Baldini.
A disposizione: 12 Leoni, 13 Sobacchi, 14 Miangue, 15 Popa, 16 De Micheli, 17 Antonini Lui, 18 Appiah, 19 Mari Sanchez, 20 Bakayoko, 21 Mitta.
Allenatore: Stefano Vecchi

CESENA: 1 Carroli; 2 Magrini, 5 Gabrielli, 6 Fagioli; 7 Severini, 8 Dhamo, 4 Mandelli, 10 Maleh, 3 Fabbri; 9 Raffini, 11 Akammadou (20' st, Garattoni).
A disposizione: 12 Magnani, 13 Cavallari, 14 Mazzavillani, 15 Soumahin, 16 Ferrari, 17 Dondini, 18 Garattoni.
Allenatore: Giuseppe Angelini

RETI: 6' pt, Rapaic. 23' pt, Bonetto. 43' pt, Fabbri. 19' st, Baldini. 

Sezione: Copertina / Data: Sab 17 Ottobre 2015 alle 15:03 / articolo letto 22915 volte
Autore: Marco Lo Prato / Twitter: @marcoloprato