Lukaku merita l'8 nelle pagelle del Corriere dello Sport, per il resto voti contenuti nonostante il nettissimo 4-1 al Cagliari.

Handanovic 6  Serata da spettatore, compreso il palo di Nainggolan e l’imprendibile stoccata di Oliva.  
 
Godin 6  Lascia tranquillamente la sciabola nel fodero.  
 
Ranocchia 7  Ultima volta in campo il 1° settembre. Ottima la chiusura in scivolata su Nainggolan, mentre non fa in tempo a murare Oliva. Fa festa con il quarto gol.  

Skriniar 6  Torna dopo la squalifica con l’Atalanta e si piazza a sinistra: ordinaria amministrazione.  
 
Lazaro 6  Titolare a distanza di un mese e mezzo dall’ultima volta. Qualche buona iniziativa, senza mai patire in difesa.  
 
Barella 7  Per una mezz’ora va un po’ troppo sopra le righe. Forse sente la gara da ex o il ritorno dall’inizio. Poi comincia a girare: innesca il raddoppio di Borja e confeziona il tris per Lukaku.  
 
Brozovic 6,5  Dirige il gioco in scioltezza, ma non ha opposizione.  
 
Sensi (25’ st) 6  Finisce con una contusione alla testa.  
 
Borja Valero 7  Si scambia la posizione con Brozovic e da mezz’ala si getta pure in area. Intraprendenza premiata dalla spizzata di Lukaku che gli spalanca la porta per il 2-0.  
 
Dimarco 6,5  Sempre molto alto e così agevola i cambi di gioco che mettono in difficoltà il Cagliari. Si gioca al meglio la sua occasione, anche se deve uscire per un problema muscolare.  
 
Biraghi (33’ st) 6,5  Suo l’angolo per il gol di Ranocchia.  

 
Sanchez 6  Magari il suo motore non gira a pieno ritmo, i piedi però sono già tirati a lucido.  
 
Esposito (24’ st) 6  Mostra intraprendenza.  
 
R. Lukaku 8  Inizia, approfittando del regalo di Oliva, prosegue incornando l’assist di Barella: 17° e 18 gol stagionali. Prova inutilmente a fare segnare anche l’amico Alexis.  
 
Conte (all.) 7  Sette cambi rispetto all’Atalanta, tra cui diversi elementi che non giocavano da tempo, ma ottiene ottime risposte da tutti. Anche al di là del risultato finale.  
 

Sezione: Rassegna / Data: Mer 15 gennaio 2020 alle 09:52 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print