Oggi la Gazzetta dello Sport mette di fronte gli attacchi di Inter e Milan. Quello rossonero appare più completo come reparto, con Pioli che ha più scelte anche grazie all'ultimo innesto di Mandzukic, ma finora è quello nerazzurro a segnare di più: 45 gol contro 39. "Nell’Inter i compiti sono più definiti: Lukaku prima punta e “regista”, Lautaro seconda, ma un vero vice-Big Rom non c’è: perché Sanchez è un nove e mezzo, Perisic un’ala adattata e Pinamonti pesa 21 chili di meno, presto per caricarsi addosso tutto l’attacco - sottolinea la rosea -. Per Conte non c’è quasi turnover: la LuLa ha uno score di 35 presenze e 2.503’ con la bellezza di 21 gol. Al Milan ne servono tre (Leao, Rebic e Ibra) per arrivare a 32 gettoni e 2.334’, con 18 reti totali. Non è detto che sia un male".

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - KEVIN ZEFI, UN 15ENNE PRODIGIO NEL MIRINO DELL'INTER

Sezione: Rassegna / Data: Gio 21 gennaio 2021 alle 09:36 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print