Puntuale anche quest'anno l'intervista a Marco Ferrante in vista di Torino-Inter. L'ex bomber granata, con una brevissima parentesi anche in nerazzurro, ha parlato a Tuttosport.

Cosa le trasmette questo Toro?
"La sensazione di una squadra che si è rilanciata alla grande dopo una fase non facile. Dal derby ho visto un bel Toro, poi la vittoria di Brescia è stata un toccasana. Il Toro è ripartito".

Cosa l’ha colpita di più?
"L’aver giocato alla pari contro la Juve, contro la prima della classe. E con decisioni arbitrali giuste sarebbe finita diversamente. De Ligt, ad esempio..".

Quel mani era da rigore?
"Per me, lo era senza dubbio. Ma andava almeno rivisto al Var. La verità è che quest’anno c’è tanta confusione su come e quando applicare il Var e di questo passo non se n’esce".

Tra sette giorni ci sarà l’Inter, il Toro può fare lo scherzetto a Conte?
"Premetto che l’Inter è una squadra importantissima e con una fisicità impressionante, ma non credo abbia ancora assimilato tutti i meccanismi di Conte. Pur creando tanto e avendo una coppia fortissima come Lukaku-Lautaro, non gioca benissimo e rischia sempre di prendere il “gollettino” . Sono fiducioso: il Toro può approfittarne e può metterla in crisi, se riuscirà a fare una partita corta, di compattezza, senza concedere spazi e colpendo nelle ripartenze. Il Toro ha le armi per fare male all’Inter".

VIDEO - TRAVERSA DA FERMO, GOL IN SLALOM E ASSIST: ESPOSITO-SHOW CON L'UNDER 19 AZZURRA

Sezione: Rassegna / Data: Sab 16 Novembre 2019 alle 10:34 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print