Nel proprio spazio editoriale per La Repubblica, Paolo Condò commenta il primato in classifica dell'Inter con un lungo preambolo sul dibattito tra giochisti e risultatisti, che spazia da Rinus Michels a Fabio Capello fino a Pep Guardiola: "L'Inter ha compiuto un altro passo verso lo Scudetto mantenendo inalterate — ma con una giornata in meno — le comode distanze. Quest’anno ha giocato in più di un modo, e soprattutto a differente intensità a seconda del periodo: finché era in Champions ha corso alla velocità delle altre — l’11 dicembre aveva tre punti meno del Milan, era alla pari col Napoli e un punto sopra la Juve — fra dicembre e la ripresa delle coppe ha allungato (Inter 50, Milan 49, Juve 45 il 12 febbraio), da lì in poi ha scavato il solco che oggi le dà 11 punti sul Milan e 12 sulla Juve. Sono numeri che dimostrano l’assoluta superiorità di Antonio Conte quando può lavorare su un ciclo settimanale, e la riuscita di un’operazione delicata come l’allargamento dall’interno della rosa una volta recepito il messaggio che il mercato di gennaio non esisteva: il recupero di Christian Eriksen ed Ivan Perisic, ma anche di Alexis Sanchez, è una spiegazione centrale nella lunga striscia di vittorie. Undici successi consecutivi non arrivano gratis, soprattutto in questa stagione: costano una fatica che trasforma la squadra agile e sfrontata di Inter-Juve e del derby — il prequel e l’episodio 4 della serie — in quella prudente per contenere l’Atalanta — episodio 7 — fino alla versione in risparmio energetico che alla decima puntata ha lasciato palla (ma non punti) al Sassuolo. Ieri col Cagliari sono state necessarie molta pazienza e una buona mano sui cambi, ed è un’ottima notizia il fatto che Eriksen abbia dettato i tempi a un centrocampo inedito, perché in questo finale c’è necessità di controllare i ritmi, e il danese lo sa fare. Pensate agli ultimi due giri di pista di un 10 mila metri: chi ci arriva con un buon margine, come l’Inter, si gira spesso a controllare quanto le accade alle spalle per evitare strappi inutili e conservare una riserva di benzina ove mai dovesse servirle". 

Sezione: Rassegna / Data: Lun 12 aprile 2021 alle 12:25
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print