rassegna

Ceola: “Alcuni calciatori non si assicurano molto. Poca sensibilità da parte di atleti e procuratori”

Ceola: “Alcuni calciatori non si assicurano molto. Poca sensibilità da parte di atleti e procuratori”

Dopo quanto accaduto a Christian Eriksen, e visti i risvolti che potrà prendere la questione, Edoardo Ceola, Ceo di Private Broking, esperto di assicurazioni nel mondo dello sport, nonché consulente AIC, spiega quanto finora...

Redazione

Dopo quanto accaduto a Christian Eriksen, e visti i risvolti che potrà prendere la questione, Edoardo Ceola, Ceo di Private Broking, esperto di assicurazioni nel mondo dello sport, nonché consulente AIC, spiega quanto finora l'argomento 'assicurazioni' sia stato sottovalutato da atleti e procuratori: "C’è poca sensibilità sia da parte dei calciatori che da parte dei loro procuratori verso le assicurazioni che coprono questo tipo di rischio. Alcuni calciatori non si assicurano e molti non hanno somme assicurate adeguate. Se prendiamo in analisi il rischio di un calciatore professionista che gioca in Italia, questo dovrebbe stipulare una polizza per una somma assicurata pari al valore totale del contratto moltiplicato per gli anni di durata. Importo che dovrebbe risultare ancora superiore se il contratto del calciatore è in scadenza" ha detto alla Gazzetta dello Sport.