Si infiamma a Reggio Calabria il dibattito, nato dalle parole del sindaco Giuseppe Falcomatà, legato al possibile acquisto da parte di Massimo Moratti delle quote azionarie della Reggina. Su questo tema è intervenuto anche il ds amaranto Massimo Taibi, che nel corso di 'Buongiorno Reggina' sulla web tv ufficiale del club calabrese ha spiegato: "In quel periodo lì ero all’interno. Quando è entrato Luca Gallo c’era in programma una conferenza in cui i giocatori avrebbero annunciato lo sciopero per il mancato pagamento degli stipendi. Sapete come funzionava: prima seconda rinuncia, seconda rinuncia, terza rinuncia ed esclusione. Senza Gallo saremmo falliti e oggi la Reggina non sarebbe in Serie C. Il resto erano voci, Gallo ha messo i soldi. L’unico che ha detto pago è stato lui e lo ha fatto senza compromesso. La teoria la lasciamo agli altri. soprattutto in questo periodo che le cose vanno bene. Pensiamo al futuro roseo che abbiamo davanti".

Sezione: News / Data: Mer 20 novembre 2019 alle 20:26 / Fonte: Strill.it
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
vedi letture
Print