Il presidente della FIGC Giancarlo Abete ha convocato per giovedì la commissione che entro il 30 giugno dovrà accelerare l'iter per dare il via alla sospirata riforma dei campionati, con l’obiettivo di riuscire a renderla operativa a partire dalla stagione 2015-2016. Come riporta la Gazzetta dello Sport, Il presidente federale avrebbe in mente una serie A a 18 squadre e a una B a 20, con relativi meccanismi di promozioni e retrocessioni che contemplino degli spareggi tra terzultime e penultime da una parte e seconde e terze classificate dall’altra, sulla falsariga di quanto avviene ad esempio in Germania.

Se entro il 30 giugno ci sarà l'accordo, la prossima serie A 2014/15 come stagione transitoria potrebbe prevedere addirittura cinque retrocessioni in serie B.

Sezione: News / Data: Sab 24 maggio 2014 alle 19:41
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print