"Noi dobbiamo sviluppare il più grande piano urbanistico attuativo d’Europa. E siamo pronti, nel caso ci fosse l’opportunità, ad ospitare il nuovo stadio di Inter e Milan". Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di Milanosesto, uno dei maggiori progetti europei di riqualificazione immobiliare e urbanistica che interessa le aree ex Falck di Sesto San Giovanni, apre le porte alle squadre milanesi per costruire il nuovo stadio.

"Stiamo rivisitando il piano di sviluppo, visto che il precedente era datato – le parole di Bonomi all’ANSA -. L’area da oltre 1,5 milioni di mq ha grandissime potenzialità e avrà plurime destinazioni, tra le quali valutiamo anche l’impiantistica sportiva, come per esempio l’idea di un palazzo per il nuoto". 

Qui si inserisce il tema stadio per Inter e Milan. Le due società lo scorso 10 luglio hanno infatti presentato al Comune di Milano il “Progetto di Fattibilità Tecnico Economica” per la costruzione del nuovo impianto. L’attesa ora è per il progetto definitivo, ma intanto il sindaco Sala ha ‘bacchettato’ i club, invitandoli ad una maggiore trasparenza. Una situazione che vede Milanosesto alla finestra. "Non vuole essere un tentativo di forzare la mano a nessuno – spiega Bonomi-. Ma se il progetto che hanno presentato avesse dei problemi, noi siamo prontissimi. L’area è adeguata, è una parte della Grande Milano che va rigenerata e ricostruita come parte importante della città e può essere una alternativa credibile a San Siro. Si presterebbe a coniugare la parte entertainment e sportiva con l’aspetto commerciale, visto che siamo anche titolari di autorizzazioni per la grande distribuzione. Non voglio assolutamente ‘gufare’, ma noi siamo prontissimi". 

Sezione: News / Data: Mar 10 Settembre 2019 alle 18:55
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print