Gian Piero Gasperini sta conducendo anche quest'anno un ottimo campionato con l'Atalanta, in piena lotta per la zona Champions. Traguardo che ha tagliato per la prima volta lo scorso anno, tanto da essere nel tabellone principale di questa stagione. "L'impatto con la Champions è stato difficile soprattutto a Zagabria nella prima partita, ma ai primi di settembre è un discorso riguarda un po' tutte le nostre squadre - dice il tecnico a Radio Anch'io Lo Sport -. Non siamo pronti perché il campionato inizia più tardi, ci sono due partite e poi lo stop per le Nazionali. L'Inter ha fatto grande fatica all'andata contro lo Slavia e poi al ritorno era tutt'altra squadra. Il trasloco a San Siro? Per la società e per la città sarebbe stato eccezionale giocare a Bergamo. Era una manifestazione che la società ha cercato in tutti i modi di rimanere in città, ma non c'erano i tempi. Diversamente, meglio di San Siro non c'era nulla".

Riguardo alla corsa scudetto, Gasperini sottolinea la cavalcata dell'Inter: "Sarei stato sorpreso fino a qualche settimana fa, credo invece che l'Inter stia dimostrando una continuità tipica di Conte. Non sta lasciando niente, adesso le è riuscito il sorpasso e quindi di diritto ha tutte le carte in regola per giocarsela fino alla fine".

VIDEO - IL TORO ESALTA TRAMONTANA: DOPPIETTA DA URLO

Sezione: News / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 10:00
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print