"Cinque anni fa Mourinho mi disse di considerare il Triplete con l’Inter il vero capolavoro della sua carriera". L’ammissione è di Paolo Condò, giornalista di SkySport, durante la chiacchierata a distanza con lo Special One a dieci anni dalla notte di Madrid: "Zanetti aveva un dna che José ha usato per far inserire gli altri giocatori. Molti elementi della famiglia del Triplete, secondo me, sono stati scelti in base alle motivazioni che potevano portare: penso a Sneijder sfrattato dal Real, Lucio sbolognato dal Bayern e Eto’o che era divento solo una pedina di scambio per arrivare a Ibrahimovic. Giocatori con quelle motivazioni sono stati scelti proprio per questa caratteristica" spiega il giornalista. 

VIDEO - QUANDO MORATTI SCHERZAVA CON SIMONI: "LA FORMAZIONE? SOLO PER UN GIOCATORE..."

Sezione: News / Data: Ven 22 maggio 2020 alle 15:12
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print