È stata una settimana difficile, per l'Inter. Tra le sconfitte contro Torino e Lazio, la difficoltà nel gestire tutte le spinose situazioni di giocatori scontenti e un caos mediatico che avviluppa Appiano Gentile ci sarà bisogno di un grande sforzo da parte di Luciano Spalletti per far sì che il gruppo rimanga concentrato sulla partita di Bologna. Un nuovo allenatore, un altro 4-3-3 da affrontare. 

Nella puntata 34 de L'Orologio si parla inevitabilmente delle scorie che l'uscita in Coppa Italia lascerà in casa Inter: a livello di morale (Gagliardini, parliamo con te) e di tattica, visto che con tutti i problemi strutturali l'Inter non riesce più ad attuare un pressing costruttivo e fa una fatica tremenda a coinvolgere nella manovra gli attaccanti. E il centrocampo, più volte indicato come il problema da risolvere, verte in condizioni critiche. C'è solo Brozovic, in forma splendida, a illuminare una notte scurissima. 

Abbiamo parlato ovviamente della questione Conte e di quanto sia poco opportuno ritenerla d'attualità. È stato un caso, inutile costruire castelli di carta su un avvistamento e un trincerato "No comment". Poca roba, visto che adesso i problemi dell'Inter sono altri. E non si racchiudono tutti nella figura di Luciano Spalletti, un tecnico che ha commesso diversi errori (e se ascolterete la puntata, saprete il nostro parere sull'affaire Nainggolan) ma che l'anno scorso ha rimesso la stagione sui binari giusti, dopo un inverno disastroso. 

L'Inter è terza in classifica, in crisi di gioco. Ma non si possono far partire i processi a inizio febbraio, anche se l'obiettivo della Coppa Italia è sfumato amaramente. Clicca sul link in basso per scoprire tutti i contenuti de L'Orologio. 

Ascolta "Ep. 34 - Paura e Delirio a San Siro" su Spreaker.

Sezione: L'Orologio / Data: Sab 2 Febbraio 2019 alle 21:40
Autore: L'Orologio / Twitter: @TheOrologio
Vedi letture