Francesco Conti, assistente di Marco Giampaolo, arriva ai microfoni di Dazn per un primo commento dell'esito del match di questo pomeriggio contro l'Inter, gara beffarda per i granata battuti 4-2 dopo 60 minuti sontuosi: 

Quattro positivi alla vigilia, senza Giampaolo, Belotti e Verdi a gara in corso. Ma per 60 minuti è stato il miglior Torino dell'anno.
"Andiamo via col rammarico del punteggio che ci vede penalizzati oltre i nostri demeriti. La squadra ha giocato bene poi ha dimostrato una fragilità sulla quale dobbiamo lavorare. Siamo coscienti del nostro lavoro e partiamo dalla prima ora di gioco. Risolveremo tutti i problemi che ci sono adesso".

Come avete preparato Zaza?
"Già in conferenza avevo detto che stava lavorando bene ed era candidato a partire titolare, i fatti lo hanno dimostrato. Ieri Andrea aveva sentito un fastidio che si è acuito, abbiamo preferito non rischiare".

Tanti punti persi per strada, problema fisico o mentale?
"Se non fossimo stabili di mente dovremmo andare al manicomio. A volte ci sono situazioni che vanno al di là di ciò che puoi fare. Continueremo a lavorare e risolveremo questi problemi, facendo grandi cose".

Avete giocato a tre, un cambio epocale per voi. Situazione di emergenza o piano per adattarsi ai giocatori a disposizione?
"Oggi servivano accorgimenti che si sono visti durante la gara. Il tecnico ha tracciato il percorso, bravi i giocatori a interpretarlo. Ci teniamo questa opzione, la valuteremo di volta in volta ma non rinneghiamo il lavoro fatto. Possiamo ripercorrere questa strada".

Sezione: L'avversario / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 17:40
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print