Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, ha analizzato in questo modo ai microfoni di Sky Sport la sconfitta rimediata a Torino contro i granata: "C'è tanta rabbia, perché alla fine abbiamo fatto una partita alla pari con l'avversario, anche a livello di occasioni. Nel primo tempo la squadra è stata un po' contratta: bisogna capire perché. Poi nel secondo tempo abbiamo collezionato 3-4 palle-gol nitide. Riparto da questa rabbia e determinazione, che abbiamo dimostrato di avere nella ripresa. Commisso scuro in volto? Io non l'ho visto, immagino sia deluso. Lui soffre molto, non è abituato a perdere nella vita. Probabilmente è un momento complicato anche per lui, ma noi siamo qui per tentare di uscire da questa situazione.

Io sento la fiducia, ma anch'io devo fare di più. Poi, ad esempio, oggi al Torino mancava Belotti, che è titolare in Nazionale, e ha giocato Zaza, che ha fatto una ventina di partite in Nazionale. Il calcio è questo, bisogna anche avere pazienza. Accetto le critiche, ambito in cui ormai sono esperto. Le voci su Gattuso? Fa parte del mio mestiere. Ci sono allenatori che sono stati esonerati con meno sconfitte. Io ho la forza di andare avanti, ma chiaramente mi attengo a quel che pensa la società, perché non potrei fare altrimenti. Oggi abbiamo perso contro un avversario di buon livello".

Sezione: L'avversario / Data: Dom 08 dicembre 2019 alle 17:38
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
vedi letture
Print