L’Inter sogna un profilo top per l'estate. Fosse possibile - spiega il Corriere dello Sport - Beppe Marotta e Piero Ausilio lo porterebbero a Milano già a gennaio, ma sanno bene che il Settlement Agreement firmato con l’Uefa (e in scadenza il 30 giugno) non concede margini di manovra: solo prestiti e con diritto di riscatto. Ecco spiegato perché i colpi da novanta potranno concretizzarsi solo a luglio quando certamente ll club nerazzurro un altro pensierino a Luka Modric lo farà di nuovo, se non altro come ha fatto intendere il ds della Beneamata. Serve però anche un mediano di lusso - aggiunge il quotidiano romano - e in tal senso in cime alla lista dei desideri c'è un altro giocatore dei blancos, Toni Kroos, che ha clausola rescissoria monstre di 300 milioni di euro, ma non più certo di restare nella capitale spagnola.

Il caso Cristiano Ronaldo insegna: se qualcuno vuole lasciare la Casa Blanca e c’è l’ok di Perez, l’importo della clausola non è vincolante. Per il momento in corso Vittorio Emanuele, Kroos è ritenuto fuori dalla portata, ma tra qualche mese lo scenario potrebbe essere diverso e il futuro dell’ex Bayern potrebbe intrecciarsi con quello di Mauro Icardi. Nella capitale spagnola, infatti, sono convinti che insieme a un top player (Neymar o Mbappé), la prossima estate Don Florentino punterà a mettere sotto contratto un centravanti, e Icardi ha guadagnato parecchie posizioni nelle preferenze nel numero uno del Real e, senza il rinnovo di contratto con l’Inter, la clausola rescissoria di Maurito va considerata decisamente abbordabile per un club tanto ricco. I blancos inoltre sono l’unica formazione per cui il numero 9 potrebbe 'tradire' l’Inter. Marotta e Ausilio non tratteranno sul prezzo di Icardi, ma verificheranno se esistono le condizioni per prendere Kroos, elemento che sarebbe fondamentale anche per la sua esperienza in Champions. 

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 31 Dicembre 2018 alle 08:15 / articolo letto 27403 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari