L'Inter si avvicina allo scudetto, ma Steven Zhang inizia già a programmare il futuro. Come riferisce oggi La Gazzetta dello Sport, il presidente del club nerazzurro rimetterà piede in Italia forse già la prossima settimana, poi seguiranno i 14 giorni di quarantena prima dello sprint finale verso il titolo e i discorsi sul domani. Ma Zhang jr. vorrà anche "rendere chiaro e manifesto il fatto che Suning rimarrà in sella da azionista di maggioranza" si legge sulla rosea. 

Ovviamente il numero uno dell'Inter sarà protagonista di un vertice con la dirigenza, con l'obiettivo di programmare il futuro e di concretizzare i rinnovi già stabiliti. Ma anche definire eventuali margini di spesa. È l'inizio della fase 2 del club, anche se prima Zhang vorrebbe essere accanto alla squadra se e quando il titolo diventerà matematico. Poi si definirà anche la questione societaria, con il famoso 31,05% di minoranza in mano a LionRock (fondo con sede a Hong Kong ma vicinissimo a Suning) che dovrebbe diventare americano, generando un utile aumento di capitale.

"Stavolta non c’è la drammaturgia di Villa Bellini, quella del vertice del 25 agosto 2020: è tutto più calmo perché meno cupo pare il futuro. Nessuna traccia di scollamento, anzi in questo primato, che si regge su un equilibrio sottilissimo, c’è proprio il marchio del duo Marotta-Conte, da tempo sulla stessa lunghezza d’onda" ricorda il quotidiano, assicurando che il loro vertice con Zhang di ritorno dalla Cina sarà solo un necessario faccia a faccia per il rilancio: il presidente confermerà la decisione di Suning di restare alla guida dell'Inter e renderà noto il budget per la prossima stagione. 

Prima di pensare ai possibili innesti (si fanno i nomi di Muriel e Maksimovic), l'intenzione della dirigenza è anche quella di blindare i gioielli con i rinnovi di contratto: Lautaro ha trovato un’intesa fino al 2024 (circa 4,5 milioni a stagione a salire) e, "anche se ha rotto con i vecchi agenti, l’accordo non è in discussione". Vicino al prolungamento anche Bastoni (contratto fino al 2023 che potrebbe allungare di un anno guadagnando un milione in più con annessi bonus) fino ad arrivare a Nicolò Barella, definito il "capitan futuro dell’Inter cinese". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 08:15
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print