Antonio Conte è così: conquistato lo scudetto numero 19, si pensa già a quello numero 20. E - secondo la Gazzetta dello Sport - questo è un progetto che si sviluppa in tre punti: la conferma dei big in organico, la possibilità di puntellare la rosa dove è lacunosa, la chiarezza nella comunicazione degli obiettivi.

Nel vertice che ci sarà con la proprietà e la dirigenza (in programma dopo la definizione delle questioni societarie), Conte chiederà la permanenza della spina dorsale: l'idea è quella di non lasciar partire i vari Lukaku, Lautaro, Hakimi, Barella e Bastoni. Questa la base, poi si penserà a coprire i ruoli nei quali si ritene necessario coprire lacune. Per la porta si cerca un vice-Handanovic affidabile che ne possa raccogliere l'eredità in un futuro prossimo e i nomi sono quelli di Musso (è il preferito) e Silvestri (quello più semplice). Poi bisognerà coprire la falla a sinistra, cercando di reperire sul mercato un "altro Hakimi": restano in lista Emerson Palmieri e Marcos Alonso, ma occhio a Kostic, il serbo dell'Eintracht Francoforte. Serve assolutamente un altro attaccante. "Detto che la situazione di Sanchez va considerata in evoluzione, un profilo più pronto di Pinamonti in grado di far respirare Lukaku è necessario - conferma la rosea -. Dzeko non va abbandonato come nome, ma è possibile che il club opti per una soluzione più giovane". Infine, si scandaglia il mercato nella ricerca di una mezzala con gol nelle gambe. Conte vuole alzare ulteriormente l'asticella.

VIDEO - TRAMONTANA FESTEGGIA IL TRICOLORE IN STUDIO: "A MAURO BELLUGI"

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print