Un episodio come se ne vedono tanti in uno spogliatoio. Bisogna inquadrare così, secondo Stefan de Vrij, il confronto andato in scena durante l'intervallo di Inter-Slavia Praga tra Romelu Lukaku e Marcelo Brozovic: "Chi dice queste cose non è mai stato in uno spogliatoio, non c'è niente da dire - ribadisce l'olandese a Sky Sport -. Tante cose non sono andate bene martedì, è mancato lo spirito e non deve più capitare. Loro hanno avuto più voglia di vincerla; noi siamo stati poco precisi e abbiamo perso tanti palloni: è stata una delusione. Conte ci ha fatto capire che così non va bene, che così non andiamo da nessuna parte. Rivedendo la partita insieme abbiamo capito che ci è mancato lo spirito, la voglia, loro ne avevano di più e questo non può più capitare. Ma stiamo già guardando avanti, non ci pensiamo più. Con il mister ci siamo subito messi al lavoro: abbiamo rivisto la partita, sottolineato i nostri errori, abbiamo capito che un approccio come quello non è riproponibile. Adesso tocca solo a noi, dobbiamo reagire. Le critiche? Non lo so, sinceramente non ho letto niente quindi non lo so, però posso immaginare le critiche perché sappiamo tutti che così non va bene. Cercheremo di migliorare e fare meglio la prossima".

La qualificazione, dopo questo 1-1, ora è in salita, ma non per De Vrij: "Abbiamo giocato solo una partita, è ancora tutto aperto. Affronteremo due squadre molto forti come Borussia e Barcellona, ma dovremo fare punti".

Archiviata la Champions, sabato arriva il derby: "Noi siamo carichi. E ora abbiamo tutta la voglia e la concentrazione possibili per vincerlo. È sempre una partita bellissima da giocare, importantissima nel nostro percorso. Sentiamo che stiamo costruendo qualcosa, siamo fiduciosi e sentiamo che stanno succedendo cose importanti, però dobbiamo pensare una gara alla volta e ora dobbiamo pensare solo al derby. Come finisce? Che vinciamo noi!". 

Nella scorsa stagione, l'olandese ha lasciato il suo segno nel 3-2 della svolta contro i rossoneri: "È una partita straordinaria per tutte e due le squadre. Dobbiamo fare risultato, anche se sappiamo che il Milan è un'ottima squadra, con giocatori forti e un bravo allenatore. Dobbiamo prepararci al meglio".

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 19 Settembre 2019 alle 16:17
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print