"Se il tesserato in malsana autonomia deciderà di battere un calcio di rigore compiendo il gesto tecnico a tutti noto oggi come 'er cucchiaio', prima della rincorsa alzerà il braccio e la mano destra e mimerà un cerchio con l'indice e il pollice per la durata di almeno 6 secondi, fornendo un segnale in codice che ragguaglierà l'allenatore e i dirigenti di F.C. Internazionale Milano 1908 delle intenzioni dello stesso tesserato"
Rannicchiata in pigiama e calzini sul divano di casa col plaid biancorosso del River che la avvolgeva fino al collo, Wanda era rimasta assorbita nella lettura dell'ultima modifica al rinnovo di contratto del marito speditole con urgenza quella sera stessa da Piero. 
"Abbiamo cambiato alcune cose", l'aveva messaggiata su WhatsApp, "dai un occhio all'allegato quando hai tempo", e non vedendo nessuna emoji già Wanda aveva intuito che questi nuovi cambiamenti non sarebbero stati positivi né per lei né per Mauro.
"Se il tesserato vorrà recarsi a Madrid o in qualsiasi altra capitale europea in occasione di un'eventuale futura finale di Copa Libertadores, dovrà, con scadenza massima di una settimana prima della partita, redigere domanda di permesso da inviare solo ed esclusivamente via email al vicepresidente Javier Zanetti e, in caso di permesso accordato, si farà carico egli stesso di informare con almeno una giornata d'anticipo la Redazione giornalistica e l'Egregio Direttore di La Rosa nello Sport così da evitare imbarazzo e altre reazioni allergiche a F.C. Internazionale Milano 1908".
Erano già le 00:28 e con un'apertura fugace su Instagram Wanda conteggiò per lei solo 48 storie giornaliere. Dov'erano i bambini quando servivano? Rinunciò all'idea di svegliarli e si rimise a scandagliare il contratto, finendo nella sezione "Party e feste di compleanno private".
"...il tesserato predisporrà un'esibizione canora in playback per il compagno di squadra Lautaro Martinez...", "...se ancora tra noi, Borja Valero dovrà consumare la sua cena non più tardi delle 18:30 (si consigliano minestre calde e pasti leggeri) ed essere riaccompagnato a casa non più tardi delle 20:00..."
Questi erano alcuni dei punti che Wanda avrebbe voluto sottoporre all'attenzione del marito quando si sarebbero alzati al mattino, o magari dopo le storie su Instagram della colazione con i bambini.
Sezione "Autobiografie e altre opere letterarie""...il tesserato si impegnerà a riportare fedelmente ogni fatto dopo aver sottoposto il manoscritto a correzione per eventuali amnesie o errori di forma e grammatica al Capo Bibliotecario della Curva Nord".
Wanda scorreva le pagine con il pollice arrivando all'ultima sezione, "Safari e altre attività ludico-ricreative""Al tesserato e consorte è assolutamente vietato fotografare e rendere pubblici sui social network: a) zebre ed oggetti animati e non di colore bianconero; b) il/la consorte se colti nei momenti di abluzione...".
In quell'istante entrò nel salone Mauro. "Ti ha svegliato Despacito?", chiese Wanda notando lo sguardo assonnato del marito. Icardi non rispose, schiacciò il tasto off sullo stereo e si diresse nuovamente con passo letargico verso la camera da letto.
"Dov'ero rimasta?", pensò Wanda tornando a concentrarsi sul suo lavoro. "Foto vietate... Non se la prenderanno mica se metto un filtro colorato e qualche faccina...".

IL CALCIO PARALLELO SU FACEBOOK

Sezione: Il Calcio Parallelo / Data: Mar 18 Dicembre 2018 alle 00:10 / articolo letto 10650 volte
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri