Dopo minuziose investigazioni siamo in grado di raccontarvi come la squadra nerazzurra ha trascorso la sua domenica di riposo all'indomani del ko incassato sabato a Marassi col Genoa. Ad informarci è stato un ben noto dirigente interista, che trovandosi lì lì a chiacchierare ci ha dato anche qualche nome per il prossimo mercato estivo (non ce ne voglia Spalletti ma è stato lui a volerci spifferare che presto si tornerà all'assalto di Ramires, Pastore, dei fratelli Renato e Alexis Sanchesz e del talento georgiano Deketradze).

Skriniar e Ranocchia hanno voluto pranzare assieme per chiarirsi: arrivati al dessert il difensore umbro l'ha tirato addosso allo slovacco macchiandogli la camicia, poi è andato via ancora infuriato e borbottando: "Adesso siamo pari". Brozovic stava per andare in gita da qualche altra parte, è salito sul treno ma è risceso parecchio offeso pochi secondi prima della partenza, applaudendo con ironia il capotreno che secondo lui l'aveva fischiato ingiustamente. Perisic è volato dal suo dentista di fiducia in Croazia, gli ha chiesto se poteva dargli un'occhiata anche alla spalla ma non c'è stato nulla da fare, quindi hanno trascorso l'intera giornata giocando a beach volley.

Handanovic non si è capito dove volesse andare, visto che alla guida della sua auto è dovuto rimanere in autostrada per ore, non per il traffico ma perché sbagliava sempre i tempi dell'uscita. Gagliardini come al solito non ha recepito al meglio le indicazioni di Spalletti e solo dopo essere entrato ad Appiano si è reso conto che l'allenamento era saltato. Candreva ha approfittato della giornata libera per continuare a lavorare su un manoscritto tenuto fino ad ora nel cassetto e che farà pubblicare a fine carriera, dal titolo: "Il manuale del cross perfetto". Ancora deluso Karamoh ha rifiutato la proposta dei suoi amici di andare alle giostre ed è rimasto spaparanzato sul divano a guardare Disney Channel.

Icardi da buon capitano aveva pensato di noleggiare un elicottero per sorvolare le case dei suoi compagni e scendere a rincuorarli di persona, poi però ha visto una Instagram story di Wanda Nara e ha cambiato subito idea. Borja Valero e Vecino sono tornati per nostalgia a Firenze e si sono rincontrati in un bar con Corvino, che riconosciuto da un manipolo di tifosi della Fiorentina è dovuto scappare via anzitempo lasciando ai due nerazzurri il conto da pagare. Spalletti ha spolverato casa e poi ha pianificato i prossimi allenamenti, ma quando in tv sono riapparse le immagini della gara dei suoi ragazzi si era quasi deciso a dare un giorno in più di riposo pur di non vederli di nuovo in campo.

Sezione: Il Calcio Parallelo / Data: Mar 20 Febbraio 2018 alle 00:10
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
Vedi letture
Print