Dialoghi aperti tra Inter e Cagliari. Confermato nelle ultime ore quanto emerso nei 4 incontri tra le parti tenutesi negli ultimi 15 giorni tra Tommaso Giulini, la dirigenza nerazzurra e l'agente Alessandro Beltrami. Radja Nainggolan è pronto a tornare in Sardegna in un'operazione da 12 milioni di euro di valutazione e con ingaggio spalmato nei prossimi 4 anni (LEGGI QUI). Nell'ultimo incontro di ieri il club sardo ha accettato gli ultimi dettagli dell'affare, da definire solo se sarà prestito con obbligo di riscatto. Però parallelamente nelle sinergie tra i due club ci saranno operazioni che permetteranno ai rossoblu di rientrare dell'investimento. Sono stati proposti all'Inter diversi giovani, i nomi più graditi sono Riccardo Ladinetti, Nunzio Lella e Roberto Biancu. Di quest'ultimo l'Inter ha parlato nell'incontro di lunedì scorso con Beltrami, che ne è l'agente: classe 2000, ha già fatto esperienza nell'Olbia. Ladinetti, anche lui 2000, è considerato più pronto per palcoscenici importanti, dal punto di vista nerazzurro sarebbe adatto già alla Serie B.

L'Inter però ha manifestato interesse per Sebastian Walukiewicz, classe 2000 che ha già giocato in A con il Cagliari, può crescere al fianco di Diego Godin. L'intenzione sarebbe bloccarlo subito e lasciarlo lì, per portarlo a Milano tra un anno. Giulini nicchia perché trattenendolo potrebbe aumentarne la valutazione in questa stagione. Per questo sarebbe propenso a dare un diritto di prelazione, non accordare una cessione in questo periodo. Operazione in chiave futura, dunque, i club ci penseranno. Più facile però  che alla fine l'accordo sarà per i giovani sopra citati, ma occhio al difensore polacco.

Oggi, o probabilmente domani, si intensificherà il trasferimento di Nainggolan. Non c'è possibilità per altri inserimenti (Fiorentina non interessata, il Torino ci ha pensato qualche settimana fa ma è stata solo una chiacchierata). Cagliari è l'unica opzione considerata dal belga, non c'è mai stata altra ipotesi presa in considerazione. Ha scelto di tornare in Sardegna soprattutto quando ha capito che non sarebbe stato importante per Antonio Conte. Meglio tornare a essere leader in rossoblu.

VIDEO - ACCADDE OGGI - 30/09/1997: CAPOLAVORO DI MORIERO A NEUCHATEL IN COPPA UEFA

Sezione: Focus / Data: Mer 30 settembre 2020 alle 15:06
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print