Romelu Lukaku è ufficialmente un nuovo giocatore del Chelsea. L'attaccante belga, dopo lo scudetto vinto con l'Inter, si trasferisce ai Blues per 115 milioni di euro più bonus: per il club nerazzurro e per la Serie A si tratta della cessione più ricca della storia.

Qual è l'impatto di quest'operazione sul bilancio dell'Inter? Come riportato da Calcio&Finanza, "il costo storico a bilancio di Lukaku, arrivato nell’estate 2019 dal Manchester United, al 30 giugno 2020 è pari a 67,1 milioni di euro, dopo due anni di ammortamenti, il valore netto a bilancio si aggira intorno ai 40 milioni di euro. La plusvalenza, così, derivante dalla cessione del giocatore dovrebbe essere pari a circa 75 milioni di euro, che diventerebbe la maggior plusvalenza fatta registrare a bilancio dall’Inter per un singolo calciatore".


"L’impatto positivo, tuttavia, dovrebbe essere inferiore ai circa 75 milioni della plusvalenza, considerando infatti che l’Inter dovrebbe versare il 5% di contributo di solidarietà Fifa (pari a circa 5,75 milioni) e, secondo le ricostruzioni della stampa, dovrebbe girare una percentuale del 6% sulla rivendita al Manchester United (pari a circa 6,9 milioni). Dal punto di vista del cartellino, quindi, l’effetto positivo sarebbe pari a poco più di 60 milioni di euro - riporta Calcio&Finanza -. Si può considerare, inoltre, il risparmio in termini di costi del giocatore, che ha un peso pari a circa 24 milioni tra stipendio lordo (circa 11,1 milioni nella prossima stagione rispetto a un netto di 8,5 milioni grazie all’applicazione delle agevolazioni del Decreto Crescita) e ammortamenti (intorno ai 13 milioni)".
Sezione: Focus / Data: Gio 12 agosto 2021 alle 19:11
Autore: Raffaele Caruso
vedi letture
Print