Avanti tutta, Covid-19 permettendo. Procede spedita la trattativa per il rinnovo di Lautaro Martinez fino al 2025. L'Inter è al lavoro per blindarlo. El Toro è un simbolo del presente e del futuro nerazzurro. Attaccante moderno che ad appena 23 anni vanta ancora grandi margini di miglioramento. Ecco perché Beppe Marotta e Piero Ausilio in estate hanno tenuto duro con il Barcellona: o 111 milioni o Lautaro non si tocca. Con i catalani costretti, per mancanza di liquidità, a fare marcia indietro.

Il Barça così come Real Madrid e Manchester City (Pep Guardiola ritiene El Diez interista l'erede perfetto del Kun Sergio Aguero) resta vigile. Per questo Suning vuole blindare Martinez: sul tavolo un quinquennale da 5 milioni annui più premi. Il doppio di quanto Lautaro guadagna attualmente (2,2 milioni di base fissa più vari bonus). Offerta importante che si avvicina alle richieste dell'entourage dell'argentino. Dai 7,5 milioni annui pre Covid ai 6,5 più bonus richiesti a settembre nel faccia a faccia milanese tra le parti. Balla una milionata abbondante, anche se la sensazione è che la volontà di entrambe le parti coincida.

Lautaro è felice all'Inter e sta bene a Milano, dove diventerà papà insieme alla sua dolce metà Augustina. El Toro vuole vincere in nerazzurro e Suning intende blindarlo. Ecco perché metà dicembre potrebbe essere un periodo importante. Le parti avevano convenuto di incontrarsi per discutere e analizzare le questione contratto. Ovviamente prima delle regioni rosse e della nuova ondata Covid-19. Ci sarà modo per gli agenti di Lautaro di volare a Milano dall'Argentina o il faccia a faccia slitterà al nuovo anno? Vedremo quali saranno le evoluzioni della pandemia.

Le sensazioni - al netto di alcune questioni ancora da risolvere tra cui la famigerata clausola rescissoria - restano positive. Lautaro e l'Inter vogliono andare avanti insieme...

VIDEO - ACCADDE OGGI - 23/11/1988: BAYERN-INTER, L'ALTRO 0-2. IL GOL DI BERTI ENTRA NELLA STORIA NERAZZURRA

Sezione: Esclusive / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 21:32
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print