Settimane importanti per il futuro di Milan Skriniar. Un futuro che sarà ancora a tinte nerazzurre e che potrebbe vederlo indossare la fascia da capitano. Un futuro che vedrà lo slovacco gestirsi in prima persona senza l'ausilio di un procuratore ufficiale. Come appurato da FcInterNews.it, il centrale classe 1995 ha infatti deciso di separarsi dallo storico manager Karol Csonto. Un addio che però non avrà ripercussioni in merito alle trattative per il prolungamento del contratto in scadenza nel 2022.

AUMENTO - In tanti avevano corteggiato il numero 37 nerazzurro per assisterlo (da Gabriele Giuffrida ad Alessandro Moggi passando per Giuseppe Riso e Alessandro Lucci fino a gruppi stranieri come la Stellar, in parecchi l'hanno cercato o sono stati accostati mediaticamente all'ex Samp): tutti respinti visto che Skriniar si occuperà in prima persona delle sue questioni professionali, avvalendosi del supporto solo della propria famiglia. Messaggio già recapitato all'Inter che in questi giorni ha alzato l'offerta per blindare il centrale. Dai 3 milioni più bonus fino al 2023 offerti a metà gennaio si dovrebbe passare a 4 milioni annui più premi, con i diritti di immagine a metà tra calciatore e club. Un accordo più soddisfacente secondo Skriniar e sul livello dei colleghi di reparto Diego Godin e Stefan de Vrij. Con piena soddisfazione anche di Suning che intende così respingere le possibili avance delle pretendenti europee visto che in questi mesi Manchester United, Real Madrid, Barcellona e Manchester City si erano fatte avanti sia con il club nerazzurro che con il calciatore per portarlo via da Milano. Corteggiamenti apprezzati ma mai realmente presi in considerazione dal difensore, che ha sempre avuto come priorità la permanenza a Milano. Ovviamente con il riconoscimento economico del suo rendimento, visto che è l'unico titolare sotto i 2 milioni come stipendio (guadagna 1,7 milioni). 

CAPITAN FUTURO - E così  Skriniar e l'Inter sono pronti a rinnovare il loro amore. Con una fascia da capitano all'orizzonte. Magari già da luglio, se ne riparlerà in estate. A testimonianza di come - nonostante si chiami Milan - lo slovacco sia destinato a essere il simbolo presente e futuro dell'Inter.

VIDEO - POKER AL GENOA, TRAMONTANA IN VISIBILIO PER UNA GRANDISSIMA INTER

Sezione: Esclusive / Data: Gio 4 Aprile 2019 alle 16:40
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print