Sistemata la fascia destra con Achraf Hakimi, in attesa degli ultimi dettagli per formalizzarne il trasferimento dal Real Madrid, la strategia dell'Inter si concentra ora sull'altra corsia, posto che in mediana si lavora sempre su Sandro Tonali e in attacco bisogna capire quale sarà il destino di Lautaro Martinez. Sulla fascia sinistra l'unica certezza per la prossima stagione è la conferma di Ashley Young, autentico jolly sugli esterni, mentre per Cristiano Biraghi bisognerà ancora attendere e Kwadwo Asamoah verosimilmente lascerà Milano per andare all'estero. Non mancano i giocatori individuati come possibili titolari della nuova Inter, ognuno con le sue caratteristiche, i suoi costi e le possibilità di riuscita dell'affare.

MARCOS ALONSO - Sarebbe anche il preferito di Antonio Conte, che lo ha voluto al Chelsea e gradirebbe allenarlo anche all'Inter. Gradimento ricambiato dall'esterno spagnolo. Il problema, oltre alle difficoltà che si celano dietro una trattativa al ribasso con gli inglesi (che lo valutano una trentina di milioni, ma sarebbe la base di partenza), è la decisione di Frank Lampard di trattenerlo come alternativa a chi arriverà durante questo mercato (Ben Chilwell prima scelta, ma piace tanto anche Alex Telles). Chi saluterà i Blues sarà Emerson Palmieri, che piace anche ai nerazzurri ma sul quale è forte anche la Juventus. Trattativa non semplice per l'ex Roma. 

ROBIN GOSENS - Uno dei cardini dell'Atalanta, che per qualità e famigliarità al modulo viene considerato un'ottima opzione per la corsia mancina dell'Inter. Certo, il desiderio dell'esterno sarebbe giocare in Bundesliga, ma non disdegnerebbe una chiamata da Milano dove farebbe un passo avanti nella carriera. Contatti con il club bergamasco e con l'entourage di Gosens sono già avvenuti, entrambe le parti sono in sintonia ma l'Atalanta parte da una richiesta di 30 milioni cash, avendone rifiutati 25 lo scorso gennaio dal Lione. Un vantaggio da non sottovalutare per un'eventuale trattativa sarebbe, se da Bergamo aprissero, la possibilità di inserire una contropartita e, come svelato qualche settimana fa, agli orobici piacerebbe riabbracciare Roberto Gagliardini, non più così popolare a Milano. Trattativa che dunque parte da una richiesta solo economica ma che potrebbe svilupparsi con l'inserimento di contropartita/e, visti anche gli ottimi rapporti tra i due club.

DAVID ALABA - Probabilmente il più quotato tra gli esterni sinistri presi in considerazione dall'Inter, con una qualità significativa rispetto alla concorrenza: la scadenza del contratto nel 2021. Il Bayern Monaco gli ha offerto il rinnovo fino al 2023-2024 a 10 milioni a stagione, cifra che l'austriaco ritiene bassa. Sua intenzione, oggi, è strappare un quadriennale da 60 milioni totali e per questo prima del lockdown si è affidato a Pini Zahavi, agente di livello internazionale, che lo ha proposto a Paris Saint-Germain, Chelsea, Manchester City, Real Madrid, Juventus e Inter. Stipendio ovviamente troppo alto per le finanze nerazzurre e non solo, per questo le aspettative del calciatore 28enne sono destinate a calmierarsi. Alaba è un'idea che stuzzica, perché oltre a essere un jolly può lasciare la Baviera per 20-25 milioni in virtù della scadenza del contratto. Inoltre, con il Bayern c'è ancora in ballo il trasferimento di Ivan Perisic e magari entrambi i club troveranno una quadra utile anche ai rispettivi bilanci. Resta comunque ad oggi un'opzione complicata per la richiesta d'ingaggio.

Senza escludere nuove potenziali candidature, dunque, il borsino attuale vede in ribasso le quotazioni di Marcos Alonso, in rialzo quelle di Robin Gosens e stazionarie quelle di David Alaba, che possono però cambiare in qualsiasi momento e pertanto non vanno assolutamente tralasciate. Di certo c'è che dopo aver trovato il titolare a destra, è ferma intenzione della dirigenza nerazzurra di fare altrettanto per l'altra fascia.

VIDEO - TRAVERSA A PORTA VUOTA DI GAGLIARDINI, TRAMONTANA IMPAZZISCE IN STUDIO

Sezione: Esclusive / Data: Dom 28 giugno 2020 alle 15:01
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print