Dopo il contropiede della Lazio, è tempo di riflessioni in casa Inter. Vale la pena spendere 30 milioni di euro per Marash Kumbulla? Interrogativo lecito e legittimo, sul quale dalle parti di viale della Liberazione si sta dibattendo in queste ore. Il centrale classe 2000 piace tanto e da tempo come testimonia l'incontro di fine gennaio (LEGGI QUI), ma rappresenta per età e qualità anche un doppione di Alessandro Bastoni. Tanto vale - questo il pensiero crescente - destinare la cifra per l'acquisto di calciatori più funzionali al progetto di Antonio Conte. Ovvero due centrocampisti (Sandro Tonali e Arturo Vidal) e due esterni di fascia (Federico Chiesa e Marcos Alonso). D'altronde come centrale mancino c'è appunto Bastoni che sta dando garanzie e ha ampi margini di crescita. Tradotto: o prendi un giocatore già pronto ad alti livelli (tipo Francesco Acerbi o un big straniero) oppure meglio continuare a puntare su Bastoni che al primo anno vero di Inter si è imposto come titolare scalzando un certo Diego Godin. Come rincalzo mancino appare più congeniale una operazione low cost alla Malang Sarr (in scadenza col Nizza) o un usato sicuro alla Jan Vertonghen (in scadenza col Tottenham, ma c'è la Roma in grande pressing).

Riflessioni che hanno portato l'Inter a non rilanciare l'offerta da 18 milioni più Eddie Salcedo e un'altra contropartita tecnica (da scegliere). Proposta pareggiata in queste ore da Claudio Lotito. La Lazio spinge e vuole chiudere subito, ritenendo Kumbulla perfetto per il 3-5-2 di Simone Inzaghi dove nel ruolo del classe 2000 gioca il 36enne Stefan Radu. Nella Roma biancoceleste Kumbulla avrebbe una maglia da titolare fisso: ecco perché Igli Tare è in pressing sul papà del ragazzo e sugli agenti Gianni Vitali e Stefano Castagna. Con la benedizione dello stesso Maurizio Setti che preferirebbe vendere subito Kumbulla per iscrivere a bilancio una maxi-plusvalenza visto che il centrale italo-albanese è un prodotto del vivaio scaligero. E in tal senso il tempo stringe (i bilanci vanno chiusi entro il 30 giugno).

L'Inter invece per la difesa non ha fretta e aveva procrastinato ogni discorso ad agosto. La palla passa ora al ragazzo: temporeggiare per aspettare l'Inter o accettare subito la Lazio? Sono ore decisive e di grandi riflessioni. Lotito prepara il blitz. Con l'Inter più tiepida rispetto all'inverno, avendo ora altre priorità...

VIDEO - TRAVERSA A PORTA VUOTA DI GAGLIARDINI, TRAMONTANA IMPAZZISCE IN STUDIO

Sezione: Esclusive / Data: Gio 25 giugno 2020 alle 15:35
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print