Hakimi dice che Suning non voglia investire più di tanto sull’Inter, rispondo che Achraf è solo l’ultimo degli onerosissimi acquisti della proprietà nerazzurra. E che anche nei prossimi mesi la squadra verrà rinforzata.

Hakimi dice che Conte stia facendo male, mostro semplicemente la classifica. E la confronto con quella delle annate precedenti. È vero che ogni campionato ha una storia a sé. Ma è altrettanto vero che una distanza di 20-30 punti non la colmi dall’oggi al domani.

Hakimi dice che il 6-0 sul Brescia conti poco-nulla, replico con un plauso ai giocatori nerazzurri: sono stati loro bravi a fare diventare la partita facile. 

Hakimi dice che Eriksen sia sopravvalutato, mostro gli highlights delle partite di Danimarca e Tottenham. Ma anche le giocate contro il Napoli e le invenzioni contro Sampdoria e Brescia. Il 26 nerazzurro può e deve migliorare ancora. Ma è tra i migliori nel post lockodown. E non sottolinearlo sarebbe sbagliato.

Hakimi dice che l’Inter abbia giocato male contro Sassuolo e Parma do ragione. Prestazioni negative. Ma ricordo anche che a Napoli i nerazzurri abbiamo dominato. E abbiano ricevuto comunque incessanti critiche. 

Hakimi dice che Lautaro pensi già al Barcellona, dico che è una cazzata enorme. Evidenzio che abbia lasciato tirare il rigore a Sanchez e sostengo senza problemi che quanto prima tornerà a bucare la rete avversaria.

Hakimi dice che serva un trofeo, replico con un: “Hai perfettamente ragione”. Ma le frustrazioni degli precedenti non devono riversarsi sull’annata in corso. Nell’Europa che conta te la sei giocata, a tratti hai dominato anche a Barcellona e non ti sei chiuso in casa difendendo un pareggio contro una squadra già eliminata, dipendendo dagli altri. Hai sbagliato qualche partita, ma almeno ci hai provato. Come in Coppa Italia, dove sicuramente il team nerazzurro meritava di più. In campionato – sogni a parte – l’obiettivo di partenza era quello di arrivare senza patemi d’animo in Champions. E ad agosto Lukaku e compagni dovranno puntare forte sull’Europa League.

Hakimi dice che non ci siano campioni, controbatto che la rosa effettivamente deve essere sicuramente migliorata. E che solo con i top players si possa vincere. Ma anche che l’Inter abbia già qualche grande giocatore.

Hakimi dice Che tornerai/Non credo oramai consiglio di ascoltarsi il Volo.

Sezione: Editoriale / Data: Ven 03 luglio 2020 alle 00:00
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print