Zhang Jindong ha venduto uffcialmente il 23% delle quote di Suning.com, aprendo le porte alle aziende dello Stato. In un comunicato emesso per la Borsa cinese, infatti, viene spiegato che sono passate di mano il 23% delle quote per un affare da complessivi 14,8 miliardi di yuan, ovverosia circa 1,9 miliardi di euro. Nel dettaglio, ora Zhang Jindong possiede il 21,84% delle azioni (di cui il 15,72% personalmente, lo 0,66% attraverso Suning Holdings Group e il 5,45% attraverso Suning Appliance Group), mentre Taobao (Alibaba) resta al 19,99% delle azioni. Le due società statali controllate dalla municipalità di Shenzen, ovverosia Kunpeng Capital e Shenzhen International, avranno rispettivamente l’8% e il 15%. Complessivamente sono passate di mano 2,141 miliardi di azioni con un prezzo specifico pari a 6,92 RMB ad azione. 

"Questo trasferimento di azioni intende introdurre azionisti statali, che è in linea con le esigenze di sviluppo strategico della società e avrà un impatto positivo sullo sviluppo futuro della società - si legge nel comunicato di Suning.com -. I fondi per il trasferimento di azioni saranno utilizzati in via prioritaria per aumentare la solidità patrimoniale del cedente e ottimizzare la struttura finanziaria attraverso l’aumento di capitale di Suning Appliance Group e altri metodi", conclude la società.

Sezione: Copertina / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 14:10 / Fonte: Calcioefinanza.it
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
Vedi letture
Print