"Non è stato facile questo periodo in cui sono stato fermo, si soffre tanto ma l’importante è avere pazienza, lavorare sempre duramente e saper aspettare il momento giusto". Così Matias Vecino, nel Matchday Programme di Inter-Cagliari parla del periodaccio trascorso, ormai alle spalle e superato anche grazie alla famiglia, che è la sua forza come racconta lo stesso uruguaiano: "Mi spingono ad andare avanti".

Presente ma anche passato... Chi è l'idolo di Matias?
"Veron. Mi è sempre piaciuto, è stato un riferimento per me. Diventare come lui non è per niente semplice ma l’ho sempre ammirato".

Le passioni?
"Il calcio rimarrà sempre la più grande, ma quando non mi alleno mi piace giocare a ping-pong e guardare film e serie tv".

E sul passato... aggiunge:
"La prima maglia che ho comprato è stata quella di Beckham. Mia mamma mi ha preso la numero 7 del Manchester United". 

Sezione: Copertina / Data: Ven 09 aprile 2021 alle 19:24
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print