Lunga intervista in patria per Stefan De Vrij, che parla dello scudetto appena conquistato, del suo status attuale e delle prospettive future. Ecco le sue dichiarazioni ad Algemeen Dagblad. "Tutta quella gente in piazza Duomo a Milano, tutti sono così felici... Se questo è solo un punto di partenza? L'Inter ha certamente ambizioni, ma ora godiamoci questo traguardo", dice il difensore olandese. 

"Antonio Conte? Lavorando con lui, capisci perché ha così tanto successo. È appassionato, esigente. E poi tatticamente è eccezionale, ci prepara per ogni partita nei minimi dettagli - spiega De Vrij -. Conte ha portato con sé un'intera squadra quando è entrato all'Inter, a partire da Lele Oriali. La Champions? Per noi non è stato un vantaggio in chiave scudetto essere eliminati nel girone, anzi: è stata una delusione enorme. Lo stesso vale per la finale di Europa League della passata stagione: grandissima delusione, ma ci ha anche dato la forza per fare il passo successivo. Da lì siamo ripartiti trovando solidità. Nella scorsa stagione, spesso subivamo gol nei finali di gara, invece quest'anno ci è successo davvero raramente. E poi la pazienza nel trovare spazi ha fatto la differenza".

"In questa stagione ho giocato oltre 60 partite contando da giugno, post-lockdown - sottolinea l'ex Lazio e Feyenoord -. Eppure non sono stanco, mi sento fresco e pronto per affrontare gli Europei con l'Olanda. Ho superato anche il Covid e sto benissimo. Secondo Van Hanegem sono tra i migliori difensori al mondo? Ovviamente questi complimenti fanno piacere, specie se arrivano da una leggenda come lui. E magari ha anche ragione...". 



 

Sezione: Copertina / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 11:24 / Fonte: calciomercato.com
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print