Se il futuro di Alexis Sanchez a medio-lungo termine è incerto, il presente offre solide realtà. Lo sa bene Antonio Conte, che non ha mancato di sottolineare l'apporto fondamentale che sta fornendo il cileno in questo rush finale di stagione: "Noi sapevamo benissimo che Sanchez veniva da due anni non buonissimi al Manchester United, per loro era un po' perso - spiega il tecnico nerazzurro -. Lui è venuto e si è messo in gioco, ha avuto la sfortuna di infortunarsi alla caviglia ma fortunatamente Lautaro e Lukaku hanno retto il peso dell'attacco. Ora sta bene, sta prendendo sempre più padronanza e inizio a rivedere il vero Sanchez. Deve continuare così, poi vedremo cosa riserverà il futuro. Oggi dobbiamo concentrarci sul presente per fare il nostro massimo".

Sezione: Web Tv / Data: Ven 17 luglio 2020 alle 14:40
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print