L'Inter esce indenne anche dal Mestalla e conquista ai rigori il Trofeo Naranja. Ecco le pagelle dei nerazzurri da parte del Corriere dello Sport:

Handanovic 6,5 Nelle difficoltà dell’Inter, il capitano risolve un paio di problemi seri che gli creano Gameiro e Soler. Sul gol, dormita generale della difesa: il portiere non può farci niente. Stavolta nessun miracolo ai rigori, però lo aiuta Garay... 

D’Ambrosio 5,5 Inizia con un errore che si trasforma in un bel pericolo per la sua porta. Poi si riprende, anche se non appare sempre sicuro. 

De Vrij 6,5 Dirige la difesa, facendosi aiutare dall’esperienza anche nei momenti di difficoltà, ma soprattutto salva un gol sulla linea di porta. 

Skriniar 6 Non travolgente come al solito, ma i suoi errori sono veniali.  

Bastoni (26’ st) 6,5 Venti minuti fatti bene, più il rigore decisivo per conquistare il trofeo Naranja. 

Candreva 5,5 I suoi primi 45’ sono sofferenza allo stato puro. Poco produttivo in avanti, si fa fregare da Guedes sul cross del gol di Soler. Un po’ più presente nella ripresa. 

Dimarco (38’ st) sv Pochi minuti ma riesce a farsi vedere con un sinistro di poco alto. 

Barella 5,5 Prima da titolare non alla sua altezza. Passa il tempo a studiare i movimenti della squadra, movimenti che ancora non asseconda. Va detto però che nemmeno la squadra lo aiuta come e quanto dovrebbe: un paio di volte scatta e viene ignorato. 

Vecino (26’ st) 6,5 Lo strappo (60 metri palla al piede) che porta al rigore è il suo marchio di fabbrica. Poi prova la conclusione dalla distanza. 

Brozovic 5,5 Gli spagnoli gli chiudono tutte le linee di gioco, per questo fatica a costruirlo. Nell’azione del gol dovrebbe seguire Soler, invece lo vede sfilare davanti a sé. E Skriniar platealmente glielo dice. Leggermente meglio nella ripresa, quando cerca di sveltire la manovra. 

Borja Valero (38’ st) sv Regista nel finale.

Sensi 6,5  E’ il più vivace dell’Inter, a conferma della sua già eccellente condizione. Un suo controllo al volo è da applausi.  

Gagliardini (26’ st) 6 Sostiene l’attacco nel finale. 

Dalbert 5 Sembra quello del campionato scorso, poco presente, poco incisivo. Soler, in quella zona, gli dà il tormento. Eccellente solo in un recupero sullo stesso Soler, lanciato in contropiede. 

Asamoah (26’ st) 6 E’ una buona alternativa su quella fascia. 

Politano 5,5 Conte gli chiede di uscire dalla linea d’attacco per fare da sponda (o da velo) sul pallone che poi dovrebbe raggiungere Martinez. Questa è l’intenzione e tale resta. Non combina niente di buono fino al momento del rigore. 

Longo (38’ st) sv 

Lautaro Martinez 5 Rientra nell’Inter dopo la Coppa America e le ferie. E’ in campo, non nel gioco. Conclude per la prima volta dopo 67’: tiro centrale.  

Esposito (26’ st) 7 Entra, ci prova subito e prende il rigore che Politano trasforma nel gol dell’uno a uno. Ha una gran voglia di farsi notare e ci riesce. 

Conte (all.) 6 Male nel primo tempo, un po’ meglio nella ripresa. L’Inter incompleta vince ai rigori, in attesa del debutto di Lukaku e dell’arrivo di Dzeko. 

VIDEO - QUESTO E' EDIN DZEKO, QUANTE PERLE CON LA BOSNIA

Sezione: Rassegna / Data: Dom 11 Agosto 2019 alle 09:14 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print