Anche oggi il Corriere dello Sport torna sul rinnovo in bilico di Chris Smalling con la Roma. "L’inglese non ha ancora preso una decisione, dopo il Giappone ha salutato tutti, ha staccato dai social, come sua moglie, e se ne è andato in vacanza al mare. Della questione contratto si occupano i suoi agenti anche se Smalling, a 33 anni, sa perfettamente come la decisione finale sul suo futuro spetterà solo a lui. E a nessun altro", spiega il quotidiano romano che fa il parallelo con Mkhitaryan, poi passato all'Inter.

E proprio l'Inter sarebbe sullo sfondo in caso di mancato prolungamento con i giallorossi. "Chris è un ragazzo intelligente e riconoscente: sa che la Roma lo ha preso quando a Manchester giocava poco e veniva considerato finito, sa che lo ha aspettato quando sembrava che i muscoli di cristallo gli impedissero di giocare con continuità e sa quanto tutti gli siano stati vicini in alcuni delicati momenti personali (la rapina in casa e non solo). Per questo considerava e considera quella giallorossa come la prima opzione per la fine della sua carriera. Al tempo stesso è lusingato dalle offerte, o per meglio dire, dai sondaggi che sono stati fatti: guadagnare per altri due anni almeno tre milioni netti a stagione, più bonus, non è una cosa da poco, così come la possibilità di tornare, magari, a giocare la Champions League. Per questo riflette, con il massimo rispetto, e con la consapevolezza che tutti a Trigoria vogliono la sua firma".  

Sezione: Rassegna / Data: Ven 09 dicembre 2022 alle 11:02 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print