Sembra passato un secolo quando Milan Skriniar veniva relegato in panchina e crescevano le voci di mercato, con il Tottenham in pole. Ebbene, adesso lo slovacco è un pilastro dell'Inter capolista e viene fuori tutto il lavoro di Conte per forgiarlo come grande difensore anche in una linea a tre. Come ricorda il Corriere dello Sport, nella passata stagione l'ex Samp aveva avuto difficoltà ad adeguarsi a un nuovo modo di difendere e Godin, pian piano, lo aveva scavalcato nelle gerarchie. Poi però, nella famigerata riunione di Villa Bellini, lo stesso Conte aveva scelto di tenersi stretto lo slovacco e di rinunciare all'uruguaiano. Scelta quantomai azzeccata, col senno di poi. Dopo qualche inconveniente iniziale e un lungo periodo di positività al Covid-19, Skriniar si è preso la maglia da titolare e non l'ha mollata più. "Nel derby col Milan è stato uno dei migliori perché ormai là dietro con De Vrij e Bastoni ha instaurato un feeling di ferro e, se nelle ultime 6 partite di campionato l'Inter ha subito solo una rete (contro la Lazio), è innegabile che anche lui abbia dato il suo importante contributo. La Premier League può attendere. Il vero sogno di Skriniar è lo scudetto con addosso la maglia nerazzurra", scrive il Corsport

VIDEO - LA CURVA NORD RIACCOGLIE STANKOVIC A MILANO: CORI, FUMOGENI E MEGA STRISCIONE

Sezione: Rassegna / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 09:12 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print