Il Milan ha ormai sciolto ogni dubbio e costruirà uno stadio di proprietà. Che fine farà il Meazza? Ecco l'idea della Gazzetta dello Sport. "Lo stadio di Milano è sulla strada di un profondo ammodernamento (lavori per 32 milioni) per ospitare in versione-gioiello la finale di Champions 2016. Se tutto filerà come da cronoprogramma del Milan, fino a maggio 2018 sarà la casa condivisa di Inter e Milan".

E cosa accadrà in seguito? "Va ricordato che il Meazza è di proprietà del Comune di Milano, che lo ha affidato a Milan e Inter sulla base di una convenzione trentennale firmata nel 2000: i due club lo gestiscono con la società M-I-Stadio pagando ciascuno 4,1 milioni a stagione per l’affitto (con uno scorporo in percentuale dei costi sostenuti per i lavori). È nota l’intenzione di Thohir di voler radicare l’Inter a San Siro, chiudendo il 3° anello e riducendo la capienza a 56mila. Ma prima si dovrà aprire il tavolo di trattative col Comune, che servirà per ratificare una nuova convenzione (la vecchia decadrà quando il Milan andrà via), decidere l’Inter quanto pagherà e per quanto tempo, e valutare il piano delle trasformazioni di ET. La strada è ancora lunga". 

Sezione: Rassegna / Data: Mer 04 febbraio 2015 alle 12:24 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print