Irrealizzabile. L'idea di trasmettere in chiaro Juventus-Inter non si concretizzerà e la vedranno solo gli abbonati Sky. "Come da calendario, come da spartizione dei big-match con Dazn, come – soprattutto – prevede la legge Melandri, il testo che disciplina la commercializzazione dei diritti televisivi del calcio - spiega la Gazzetta dello Sport -. In chiaro, non è previsto, il diritto in chiaro non è mai andato a bando: questa la posizione della Lega di A, chiamata in causa dal ministro dello Sport Spadafora, che evidentemente in cuor suo avrebbe abbracciato l’iniziativa. «Sono decisioni che deve prendere la Lega. Non entro in scelte autonome del mondo del calcio. Quello che abbiamo disposto è la necessità di salvaguardare la salute». Ed è anche con questa premura, cioè per evitare visioni di gruppo, inevitabili per una partita ad alta socialità come questa, che Sky aveva dato la propria disponibilità a trasmettere il posticipo di domenica sera anche in chiaro, su Tv8. Successivamente, ma quando l’ipotesi aveva già perso consistenza, anche Mediaset ha dato alla Lega la propria disponibilità a trasmettere la partita su Canale 5. Una generosità che, di fatto, ha tolto ogni dubbio sull’irrealizzabilità dell’iniziativa. La Lega, da sola, non ha il potere di derogare alla legge Melandri, che non prevede la trasmissione in chiaro delle partite di Serie A, né di «preferire» un operatore agli altri. Probabilmente sarebbe necessario un intervento legislativo, come invocava ieri il Codacons. «Il governo faccia un decreto ad hoc». Il decreto non è arrivato e difficilmente arriverà. Si potrebbe pronunciare l’Antitrust in merito, ma i tempi sono stretti e l’impressione è che nessuno, qui, voglia prendersi da solo tutta questa responsabilità".

Sezione: Rassegna / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 09:40 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print