Come verranno messi in campo i due ultimi colpi nerazzurri? Ieri sono arrivati una mezzala come Joao Mario e un attaccante eclettico come Gabriel Barbosa: elementi giovani, di qualità e anche duttili. La Gazzetta dello Sport si sofferma sulla tattica: "Così l’Inter di Joao Mario col 4-3-3: Handanovic in porta; Ansaldi, Miranda, Murillo e Santon dietro; Banega, Medel e appunto il 23enne portoghese nel cuore del campo; Candreva (Eder) e Perisic ai lati di Icardi. Con Joao Mario sulla linea offensiva, fuori uno fra Perisic e Candreva, dentro Kondogbia a centrocampo. Ipotesi di 4-4-2? Eccola, molto solida: solita difesa, quindi Candreva, Medel, Kondogbia (Banega) e Joao Mario a centrocampo; Icardi e Perisic (Palacio) in attacco.

Il sistema migliore per Gabigol è invece il 4-2-3-1, con il 20enne brasiliano subito a ridosso della prima punta, libero di creare e di cercare lo spazio giusto per gli inserimenti in area. Particolarmente affascinante la soluzione con Medel e Banega davanti alla difesa, quindi Candreva, Gabigol e Perisic a ridosso di Icardi. Nel 4-3-3 classico, sistema sul quale sta oggi lavorando molto l’olandese De Boer, Gabigol potrebbe essere utilizzato come punta esterna o anche come alternativa a capitan Icardi".

Sezione: Rassegna / Data: Sab 27 agosto 2016 alle 09:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print