"Il Toro incorna di nuovo ma l’Inter è scornata. Nel tracollo di Cagliari, con tante facce scure e tante serate-no sulla sponda nerazzurra, si salva soltanto lui, Lautaro Martinez". Lo sottolinea la Gazzetta dello Sport, che poi aggiunge: "Se ce ne fosse ancora bisogno, il numero 10 nerazzurro dimostra che lui, anche senza l’amico-aventiniano Maurito Icardi, può caricarsi l’attacco sulle spalle. Basta riguardare il film della partita: una girata super nel primo tempo per il gol dell’illusione-pareggio poi spenta da Pavoletti, un’altra occasionissima neutralizzata da Cragno (col palo) in versione superuomo nel secondo tempo, quando l’assalto nerazzurro era vicino ai titoli di coda e un gol avrebbe dato una vampata di ossigeno. Due lampi, però in mezzo Lautaro è stato molto altro come sempre: ci ha messo il solito carattere, la solita capacità di fare tante cose anche lontano dalla porta".

Sezione: Rassegna / Data: Sab 02 marzo 2019 alle 09:10 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print