"Diamoci tutti una mossa perché siamo in ritardo. Sia sul mercato in entrata sia su quello in uscita". Antonio Conte ieri non ha alzato il tono della voce ma ha comunque lanciato un messaggio chiaro a Suning e alla dirigenza: l’ex ct non è soddisfatto del lavoro svolto finora dalla società perché, a dispetto degli acquisti di Godin, Sensi, Lazaro e Barella, in attacco non è arrivato né Lukaku, il primo nome della sua lista, né Dzeko. In più la rosa è troppo numerosa visto che, a parte qualche giovane, non ci sono state partenze.

 Ora, come riporta il Corriere dello Sport, "Antonio si aspetta delle risposte in tempi brevi e l’occasione giusta per averle potrà essere l’incontro a Nanchino in programma la prossima settimana. Domani pomeriggio Marotta e Ausilio voleranno in Cina e da lunedì ogni momento può essere buono per il meeting tra il presidente Steven Zhang, il patron Jindong Zhang, l'allenatore e gli altri manager. Sarà quella l’occasione nella quale l’ex guida del Chelsea ribadirà che l’Inter è in ritardo nella costruzione della rosa e dunque “bloccata” negli allenamenti (senza le punte è difficile provare gli schemi), che bisognava muoversi diversamente sul mercato, ma anche nella pianificazione della tournée perché con risultati negativi la fiducia del gruppo calerebbe e il ritorno d’immagine per il club non sarebbe buono". 

VIDEO - GABIGOL DA GRANDE ATTACCANTE, MA IL FLAMENGO LASCIA LA COPPA AI RIGORI BATTUTO DA... JONATHAN

Sezione: Rassegna / Data: Sab 20 Luglio 2019 alle 08:59
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print